Responsabilità editoriale Xinhua.

Covid: Pechino, sospesa vendita surgelati a mercato Xinfadi

La decisione dopo casi di prodotti contaminati dal virus

(ANSA-XINHUA) - PECHINO, 26 NOV - Il mercato all'ingrosso di Xinfadi a Pechino, che lo scorso giugno aveva registrato molti casi di Covid-19, ha sospeso lo stoccaggio e la vendita di prodotti ittici e congelati. La decisione, comunicata dallo stesso mercato, arriva dopo la segnalazione di infezioni da nuovo coronavirus legate a prodotti congelati importati negli ultimi mesi in diverse province e municipalità cinesi.
    Come riferito dal mercato, tutti i prodotti congelati e ittici sono stati rimossi dai depositi frigorifero del mercato, che hanno subito il taglio della forniture elettriche e sono stati sottoposti a disinfezione.
    Le misure non influenzano il commercio di carne suina fresca e le autorità del mercato hanno condotto controlli su tutti i magazzini e le celle frigorifere per frutta e verdura.
    Quello di Xinfadi fornisce il 70% del fabbisogno di verdure della capitale, il 10% della carne suina e il 3% di quella bovina e ovina. A giugno è stato temporaneamente chiuso a causa di una ripresa dell'epidemia di Covid-19. A partire dall'11 giugno, infatti, Pechino ha riportato 335 casi confermati di Covid-19 collegati a un focolaio nato proprio al mercato di Xinfadi. (ANSA-XINHUA).
   

    Responsabilità editoriale Xinhua.

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie