Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina: scoperte due antiche tombe a Pingyao

Raccontano 2.000 anni di storia della città patrimonio Unesco

(ANSA-XINHUA) - TAIYUAN, 23 NOV - Un gruppo di archeologi cinesi ha scoperto due antiche tombe nella città di Pingyao, nella provincia settentrionale dello Shanxi: una risalente alla dinastia Zhou orientale, al potere dal 770 al 256 a.C., e l'altra alla dinastia Jin, sul trono dal 1115 al 1234 d.C.
    I sepolcri sono stati rinvenuti durante un progetto di scavo congiunto condotto tra ottobre e novembre dall'Istituto provinciale di archeologia dello Shanxi. Si trovano a circa 800 metri dalle mura orientali dell'antica città di Pingyao, riconosciuta Patrimonio mondiale dell'umanità dall'Unesco.
    La parte superiore della tomba più antica, risalente alla dinastia Zhou orientale, è stata ritrovata distrutta e solo una camera funebre rettangolare era rimasta intatta. Dieci frammenti di reperti, compresi oggetti in giada e varie ceramiche, sono stati portati alla luce dal sito. Il sepolcro risalente alla dinastia Jin versa invece in un miglior stato di conservazione.
    La tomba, appartenente a una coppia, è stata scoperta al di sopra della più antica sepoltura risalente alla dinastia Zhou orientale e si compone di un portale, un varco, un corridoio e una camera funebre. I reperti rinvenuti nel sito includono una mucca in terracotta, una ciotola in porcellana e quattro vasi di ceramica.
    La vicinanza delle due tombe alle antiche mura della città di Pingyao - spiega Wu Junhua, ricercatore dell'Istituto provinciale di archeologia dello Shanxi, che ha guidato gli scavi - fornisce un'importante testimonianza degli oltre 2.000 anni di storia della città. Le autorità locali di Pingyao stanno elaborando appositi piani per tutelare questi antichi sepolcri ed esporre i reperti rinvenuti. (ANSA-XINHUA).
   

      Responsabilità editoriale Xinhua.

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie