Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina: accademia scienze, ricerca su inquinamento da ozono

Per il controllo e il monitoraggio

(ANSA-XINHUA) - PECHINO, 17 SET - La principale istituzione accademica cinese per le scienze naturali ha annunciato oggi di aver lanciato un progetto di ricerca speciale per risolvere il problema di come si forma l'inquinamento da ozono e come controllarlo.
    L'inquinamento da ozono è una forma di inquinamento atmosferico caratterizzata da alte concentrazioni a livello del suolo di ozono, una molecola formata da ossigeno.
    Attualmente la concentrazione globale di ozono è in aumento, con un incremento medio annuo di circa un microgrammo per metro cubo.
    Al lancio del progetto a Pechino, Bai Chunli, presidente dell'Accademia Cinese delle Scienze, ha detto che nonostante in Cina la qualità dell'aria sia migliorata grazie al calo dei livelli di concentrazione di molti inquinanti atmosferici, la concentrazione di ozono è continuata ad aumentare, sottolineando che il controllo dell'inquinamento atmosferico è ancora un compito arduo.
    "Le cause, le fonti e i meccanismi di migrazione dell'inquinamento da ozono sono estremamente complessi, e molte questioni scientifiche correlate non sono ancora chiare. La ricerca sull'ozono sarà molto impegnativa", ha detto Bai. Secondo He Hong, capo scienziato del progetto sull'ozono, i ricercatori coinvolti nel progetto realizzeranno studi sul monitoraggio e sulle cause dell'inquinamento da ozono, offriranno nuove idee e tecnologie per il controllo dell'inquinamento atmosferico, stabiliranno sistemi e metodi coordinati replicabili per controllare sia il particolato fine (PM2,5) che l'ozono, e condurranno ricerche dimostrative nelle regioni tipicamente inquinate.
    Secondo la ricerca, l'ozono è più difficile da rilevare rispetto al PM2,5 ed è stato associato a irritazioni respiratorie, irritazioni oculari e ai danni da risposta autoimmune in casi gravi. Anche le coltivazioni possono essere colpite dall'ozono.
    Negli ultimi anni, la Cina ha adottato misure per rafforzare gli sforzi di monitoraggio del PM2,5 e dell'ozono e ha incluso i due inquinanti nei suoi nuovi standard di qualità dell'aria.
    Dal 2015, l'Accademia Cinese delle Scienze ha anche sviluppato una serie di dispositivi di monitoraggio dell'inquinamento atmosferico e di sistemi di allarme per la foschia per migliorare la ricerca sull'inquinamento atmosferico.
    Secondo Bai, il progetto sull'ozono, l'ultimo sforzo di ricerca dell'accademia, fornirà un supporto scientifico e tecnologico al Paese per vincere la lotta contro l'inquinamento grave dell'aria. (ANSA-XINHUA).
   

    Responsabilità editoriale Xinhua.

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie