Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina intensifica tutela ambientale e sicurezza alimentare

Le procure in campo con azioni di interesse pubblico

(ANSA-XINHUA) - PECHINO, 30 GIU - La magistratura cinese intensificherà gli sforzi per migliorare la protezione ambientale e la sicurezza di alimenti e farmaci attraverso la denunce e contenziosi di interesse pubblico. Lo fa sapere la Procura Suprema del Popolo.
    La Procura ha deciso di lanciare una campagna di supervisione triennale per colpire atti illegali che mettono in pericolo l'interesse del pubblico nei settori della protezione ambientale, della sicurezza alimentare e farmaceutica. La campagna, che si svolgerà da luglio 2020 a giugno 2023, si concentrerà su casi importanti e risolverà problemi che danneggiano l'interesse pubblico.
    Secondo il programma da luglio 2020 a dicembre 2021 la magistratura in tutta la Cina rafforzerà la vigilanza in sei aree: - scarico illegale di inquinanti nelle acque; - raccolta, stoccaggio, trasporto, utilizzo e smaltimento illegali di rifiuti solidi; - produzione e scarico illegali di materiali di riporto da attività mineraria; - interruzione della protezione della fauna selvatica; - vendite online e offline di prodotti agricoli e alimentari che non soddisfano gli standard di sicurezza; - disinformazione e pubblicità illegale su supplementi dietetici.
    La Procura Suprema del Popolo fa sapere che tra le aree che attireranno particolare attenzione della magistratura ci sono le scappatoie normative in materia di sicurezza alimentare relative alle nuove forme di vendita online, come l'influencer marketing su Internet e lo shopping in streaming live. (ANSA-XINHUA).
   

    Responsabilità editoriale Xinhua.

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie