Cina: gigante energetico SPIC accelera verso energia verde

Impegno ad investire oltre 300 miliardi dollari entro il 2020

(ANSA-XINHUA) - PECHINO, 20 LUG - La State Power Investment Corporation cinese (SPIC) ha accelerato lo sviluppo di energia verde, dichiarando che la sua capacità installata di energia pulita adesso supera quella di altre fonti. Nel suo ultimo rapporto sulla responsabilità sociale, l'azienda ha dichiarato che la capacità installata di energia pulita finora ha raggiunto 72,63 milioni di kilowatt, pari al 50,14 per cento della capacità totale installata di energia.
    Nella prima metà di quest'anno, la SPIC ha aggiunto 4,7 milioni di kilowatt di capacità energetica, di cui l'86 per cento è attribuito all'energia pulita.
    La SPIC, costituita nel 2015 da una fusione tra la China Power Investment Corporation e la State Nuclear Power Technology Corporation, è un importante generatore energetico cinese. La Cina ha adottato una serie di misure per incoraggiare lo sviluppo di energia pulita con l'obiettivo di fare in modo che l'energia non fossile soddisfi il 20 percento del proprio fabbisogno energetico entro il 2030. Per raggiungere questo obiettivo, Pechino sta puntando pesantemente alle energie rinnovabili e si è impegnata a investire 2.500 miliardi di yuan (circa 364 miliardi di dollari) nella produzione di energia rinnovabile, solare, eolica, idroelettrica e nucleare, entro il 2020. (ANSA-XINHUA)

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA