Scoperto nuovo materiale rivoluzionario di gocce magnetiche

A base di nanoparticelle ferrose. Scoperta Usa-Cina su 'Science'

(ANSA-XINHUA) - WASHINGTON, 19 LUG - Un gruppo di scienziati statunitensi e cinesi ha sviluppato un materiale riconfigurabile, a base di micro-gocce liquide magnetiche. Un materiale che con stampanti 3D modificate potrebbe dar vita a una serie di rivoluzionari dispositivi 'liquidi', produrre una generazione di "robotica liquida".
    Lo studio, pubblicato sulla rivista Science, descrive le gocce di un millimetro prodotte da una soluzione ferro-fluida che conteneva miliardi di nanoparticelle di ossido di ferro del diametro di 20 nanometri.
    "Abbiamo creato un nuovo materiale che ha caratteristiche sia liquide che magnetiche. Nessuno ha mai osservato questo prima d'ora", ha detto Tom Russell, professore dell'Università del Massachusetts Amherst che ha condotto lo studio.
    Secondo Russell, che riveste anche il ruolo di scienziato esterno di facoltà presso il Laboratorio Nazionale Lawrence Berkeley, circa un milione di queste nanoparticelle ha formato un involucro solido, con le gocce che hanno interagito "come muri collegati tra loro in una stanza piccola piena di persone".
    Il gruppo coordinato da Russell, tra cui il primo autore dello studio Liu Xubo dell'Università di Tecnologia Chimica di Pechino, ha inserito le gocce attraverso una bobina magnetica in una soluzione oleosa. La bobina ha spinto le nanoparticelle di ossido di ferro nella direzione prevista.
    Secondo lo studio, dopo aver rimosso la bobina magnetica, inaspettatamente le gocce hanno gravitato perfettamente l'una verso l'altra all'unisono, formando un elegante vortice. I ricercatori hanno reso noto che quando le nanoparticelle bloccate in superficie sono magnetizzate, trasferiscono l'orientamento magnetico alle particelle che si muovono al centro magnetizzando l'intera goccia in modo permanente, come un materiale solido.
    Gli scienziati hanno scoperto che le proprietà magnetiche della goccia si mantengono integre anche dopo essere state divise in gocce più piccole e sottili, delle dimensioni di un capello.
    Secondo le conclusioni dello studio su Science, le gocce magnetiche possono cambiare forma adattandosi all'ambiente, passando da una dimensione sferica a una cilindrica, assumendo la forma di una ciocca di capelli, o addirittura quella di un polpo. Tutti questi mutamenti non modificano le loro proprietà magnetiche.
    Inoltre, Russell ha dichiarato che il loro movimento può essere controllato da remoto grazie a un magnete esterno.
    Il materiale liquido approfondito nello studio aprirà nuove frontiere di ricerca e possibilità di applicazione promettenti, come la robotica liquida legata ai magneti, recipienti magnetici per trasportare materiale attivo e tecnologie dell'informazione con strutture composte da gocce liquide programmabili.
    (ANSA-XINHUA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA