Mondo

In collaborazione con l’Ambasciata del Kazakhstan

Il Kazakhstan sigla con Facebook una cooperazione sui contenuti

Con particolare attenzione rivolta alla protezione dei bambini

ROMA

(ANSA) - ROMA, 02 NOV - Il ministero dell'Informazione e dello Sviluppo sociale della Repubblica del Kazakhstan e Facebook hanno concordato di cooperare strettamente su questioni relative ai contenuti dannosi, con particolare attenzione alla protezione dei bambini. Lo rende noto il ministero sul proprio sito web con un comunicato congiunto in cui si specifica che, per aiutare il governo kazako a mantenere il suo cyberspazio più sicuro, Facebook ha fornito al Paese l'accesso diretto ed esclusivo al proprio 'Sistema di segnalazione dei contenuti' (Crs), che può aiutare l'esecutivo nel segnalare quanto potrebbe violare la linea di condotta sui contenuti globali di Facebook e le leggi locali del Kazakhstan.
    Quest'ultimo - come si aggiunge nel comunicato - è il primo Paese dell'Asia centrale ad avere accesso al sistema ed è già alle prese con il canale diretto per contattare le squadre operative globali di Facebook. Il direttore regionale della piattaforma social per la Public policy, George Chen, ha detto che "Facebook è lieta di lavorare insieme al governo del Kazakhstan, in particolare sotto l'aspetto della sicurezza online per i bambini. Per fare il primo passo nella nostra cooperazione a lungo termine con il governo, siamo lieti di fornire il 'Sistema di segnalazione dei contenuti' al Kazakhstan, che speriamo possa aiutare il governo a gestire i contenuti dannosi in modo più efficiente ed efficace. La squadra di Facebook continuerà inoltre a fornire formazione al Kazakhstan per mantenere sicuro il proprio cyberspazio".
    Il ministero dell'Informazione e dello Sviluppo sociale, da parte sua, prende atto con soddisfazione del livello di cooperazione bilaterale raggiunto con Facebook. Lo scorso 28 ottobre - continua il comunicato - la squadra di Facebook ha portato avanti la formazione per gli specialisti del ministero sull'utilizzo del 'Sistema di segnalazione dei contenuti', sulle loro politiche all'interno della piattaforma e sugli standard della comunità. Dall'inizio di novembre il ministero inizierà a lavorare nel Sistema.
    Entrambe le parti concordano inoltre di istituire un meccanismo di comunicazione regolare comprendente un rappresentante autorizzato dell'ufficio regionale di Facebook, che lavorerà a stretto contatto con il ministero su varie questioni relative alle linee di condotta da seguire. Il ministero esprime fiducia sul fatto che l'utilizzo del 'Sistema di segnalazione dei contenuti' aumenterà l'efficienza e l'efficacia complessiva del lavoro svolto per contrastare la diffusione di contenuti illeciti sulle piattaforme Facebook e Instagram. Cogliendo questa opportunità, il Ministero sottolinea nel comunicato il proprio impegno nella costruzione di un cyberspazio sicuro e la disponibilità a un dialogo costruttivo, stabilendo una cooperazione con le piattaforme digitali che forniscono servizi al popolo kazako. (ANSA).
   

In collaborazione con l’Ambasciata del Kazakhstan

Modifica consenso Cookie