Mondo

In collaborazione con l’Ambasciata del Kazakhstan

Tokayev annuncia un ampio pacchetto di riforme sociali

Aumento del salario minimo, misure per incrementare gli stipendi

ROMA

(ANSA) - ROMA, 02 SET - Cinque nuove iniziative sociali, sostegno alle imprese, sviluppo dell'energia nucleare e potenziamento della capacità militare del Paese: ne ha parlato il presidente del Kazakhstan, Kassym-Jomart Tokayev, durante il suo discorso alla nazione riportato da The Astana Times.
    In particolare, il settore sociale è una priorità per il Kazakhstan, che gli destinerà quasi la metà del budget del periodo 2022-2025. Nel suo discorso alla nazione, Tokayev ha annunciato cinque iniziative: il salario minimo sarà aumentato dagli attuali 42.500 tenge (equivalenti a 100 dollari) a 60.000 tenge (140 dollari) a partire dal primo gennaio del 2022, misura che dovrebbe interessare oltre un milione di persone. Secondo gli esperti citati dal presidente, tale mossa aumenterà il prodotto interno lordo dell'1,5 per cento. Tokayev ha anche parlato della necessità di aumentare il fondo salariale, negli ultimi dieci anni del 60 per cento inferiore ai profitti degli imprenditori. Il governo svilupperà misure per motivare le imprese ad aumentare gli stipendi dei propri dipendenti.
    Altra iniziativa è mirata a sgravare da oneri gli stipendi "con una riduzione dell'onere complessivo dal 34 al 25 per cento. Ciò stimolerà le aziende a portare migliaia di dipendenti alla luce e a farli partecipare al sistema pensionistico, di sicurezza sociale e di assicurazione sanitaria", ha affermato Tokayev. Il Kazakhstan continuerà inoltre ad aumentare gli stipendi a chi lavora come dipendente di istituzioni culturali, archivi, biblioteche. Dal 2022 al 2025, lo Stato aumenterà in media del 20 per cento all'anno gli stipendi di quasi 600 mila persone che lavorano in questi campi, dopo l'incremento dell'anno scorso riconosciuto a medici, assistenti sociali e insegnanti.
    Ancora, il Kazakhstan consentirà il trasferimento di parte dei risparmi pensionistici delle persone al di sopra della soglia di sufficienza alla banca Otbasy per il successivo acquisto di alloggi, in prosecuzione con l'iniziativa dell'anno scorso che ha consentito ai cittadini di ritirare parte dei loro futuri risparmi per comprare casa. Secondo Tokayev, inoltre, il Paese potrebbe dover affrontare una carenza di energia entro il 2050, perciò deve iniziare a pensare a fonti energetiche alternative affidabili, studiando entro un anno "la possibilità di sviluppare un'industria nucleare sicura e rispettosa dell'ambiente in Kazakhstan. Questo dovrebbe comprendere anche lo sviluppo dell'ingegneria e la creazione di una nuova generazione di ingegneri nucleari qualificati nel nostro Paese.
    Anche l'energia da idrogeno nel suo insieme è un settore promettente", ha aggiunto. Il Kazakhstan si è impegnato a raggiungere la neutralità delle emissioni di carbonio entro il 2060 e a portare la quota di energia rinnovabile nel bilancio energetico totale al 15 per cento entro il 2050.
    Per quanto il Paese e l'Afghanistan non abbiano confini, poi, il ritorno dei Talebani riguarda l'intera regione e Tokayev ha sottolineato la necessità di rafforzare la capacità del Kazakhstan di rispondere alle minacce esterne, rafforzando le capacità di difesa nazionale.
    Nel 2021, infine, 30esimo anniversario d'indipendenza del Kazakhstan, Tokayev ha definito questa come il valore più alto della nazione. "In unità e armonia, siamo stati in grado di costruire un nuovo Stato", ha dichiarato, sottolineando l'importanza che "ogni cittadino senta i frutti dell'indipendenza" e specificando che "tutte le nostre iniziative mirano a questo". (ANSA).
   

In collaborazione con l’Ambasciata del Kazakhstan

Modifica consenso Cookie