Mondo
  1. ANSA.it
  2. Mondo
  3. Asia
  4. Corea del Nord testa missile 10 volte la velocità del suono

Corea del Nord testa missile 10 volte la velocità del suono

Militari Seul, 'oltre test 5 gennaio, violate risoluzioni Onu'

La Corea del Nord ha lanciato oggi un missile che ha volato per più di 700 km a un'altitudine massima di 60 km per una velocità massima di Mach 10, pari a 10 volte la velocità del suono. "Valutiamo sia stato un modello migliorato rispetto a quello del 5 gennaio", ha riferito il Comando di stato maggiore congiunto di Seul, definendo le attività di Pyongyang una "chiara" violazione delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza dell'Onu. La scorsa settimana, ha riferito l'agenzia Yonhap, il Nord ha sostenuto di aver testato un vettore ipersonico che, secondo Seul, ha percorso meno di 700 km a una velocità massima di Mach 6.
    "I lanci rappresentano una minaccia significativa per la pace e la sicurezza non solo nella penisola coreana ma anche nel mondo e non sono utili per la riduzione delle tensioni militari", ha aggiunto la nota delle forze armate di Seul. Il comando Indo-pacifico degli Stati Uniti ha parlato di "missile balistico", parte dell'impatto "destabilizzante" del programma di armi illecite del Nord. C'è, tuttavia, una discrepanza nella distanza di volo tra quanto comunicato dalle autorità sudcoreane e giapponesi. Il ministero della Difesa nipponico ha notato che il probabile missile balistico avrebbe coperto meno di 700 km se avesse seguito la normale traiettoria, accreditando l'ipotesi di un modello 'avanzato'. 

   Solo ieri sera l'ambasciatrice americana all'Onu, Linda Thomas-Greenfield, in una dichiarazione congiunta a nome di Albania, Francia, Irlanda, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti aveva condannato il penultimo lancio di missili balistici da parte della Nord Corea, in "chiara violazione di molteplici risoluzioni del Consiglio di sicurezza". A margine di consultazioni a porte chiuse dei Quindici, nella dichiarazione i sei Paesi hanno spiegato che la "continua ricerca da parte di Pyongyang di armi di distruzione di massa e programmi di missili balistici rappresenta una minaccia per la pace e la sicurezza internazionali". "Queste azioni aumentano il rischio di errori di calcolo e di escalation e rappresentano una minaccia significativa per la stabilità regionale", prosegue la nota. "Invitiamo la Nord Corea ad astenersi da ulteriori azioni destabilizzanti - hanno affermato ancora - e ad abbandonare i suoi programmi proibiti di armi di distruzione di massa e missili balistici e ad impegnarsi in un dialogo significativo verso il nostro obiettivo condiviso di completa denuclearizzazione. Questo è l'unico modo per noi di raggiungere una pace duratura nella penisola coreana". 

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie