Mondo

Afghanistan: Ue chiede cessate il fuoco urgente

Condanna forte escalation violenza per attacchi talebani

(ANSA) - BRUXELLES, 05 AGO - L'Unione europea "chiede un cessate il fuoco urgente, totale e permanente per dare una possibilità alla pace" in Afghanistan e condanna la forte escalation di violenza in tutto il Paese causata dall'intensificarsi degli attacchi dei talebani". Si legge in una nota congiunta dell'Alto rappresentante dell'Ue, Josep Borrell, e del commissario europeo alla gestione delle crisi, Janez Lenarcic.
    In particolare nella dichiarazione vengono condannati l'attacco armato all'ufficio della Missione di assistenza delle Nazioni Unite in Afghanistan (Unama) nella provincia di Herat, l'attentato e i successivi combattimenti a Lashkar Gah, "che hanno causato almeno 40 vittime civili, e l'ultimo attacco contro la residenza di Kabul del ministro della Difesa Bismillah Mohammadi, che ha provocato la morte di otto persone e il ferimento di almeno 20". "Questa violenza insensata sta infliggendo immense sofferenze agli afghani e sta aumentando il numero di sfollati interni. L'offensiva militare dei talebani è in diretta contraddizione con il loro impegno dichiarato per una soluzione negoziata del conflitto e del processo di pace di Doha", affermano Borrell e Lenarcic. "Le violazioni dei principi del diritto internazionale umanitario e dei diritti umani continuano a scuotere il Paese, in particolare nelle aree controllate dai talebani, come le uccisioni arbitrarie ed extragiudiziali di civili, la fustigazione pubblica di donne e la distruzione delle infrastrutture. Alcuni di questi atti - si evidenzia - potrebbero costituire crimini di guerra e dovranno essere indagati. Quei combattenti o comandanti talebani responsabili devono essere" assicurati alla giustizia. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie