Taiwan: blocco a centrale elettrica, blackout a rotazione

Un 'incidente' ha fermato il più grande impianto dell'isola

 Taiwan ha dovuto avviare un blackout elettrico a rotazione nell'isola a causa di un blocco alla centrale elettrica a carbone di Hsinta, la più grande dell'isola, situata a Kaohsiung, città portuale nel sud. In un avviso, il governo ha detto di non poter assicurare abbastanza capacità energetica nella sua rete di distribuzione.
    Diverse città hanno segnalato mancanza di energia elettrica, secondo quanto ha riportato l'agenzia di stampa ufficiale Cna.
    "Il governo ha una chiara idea della situazione. I cittadini restino calmi, non c'è bisogno di farsi prendere dal panico", ha affermato il ;;portavoce del governo Lo Ping-cheng, precisando che tutte le unità della centrale sono attualmente chiuse a causa di un "incidente" non meglio specificato.
    L'utility dell'isola, Taipower, ha affermato che l'interruzione è stata causata da un guasto tecnico all'impianto e che i blackout sarebbero durati fino alle 16:40 locali (10:40 in Italia), con un'eventuale estensione ancora da decidere.
    Secondo i media dell'isola, il principale aeroporto internazionale della capitale Taipei e la linea ferroviaria ad alta velocità hanno funzionato normalmente, ha riferito il ministero dei Trasporti. Non è chiaro se il disservizio abbia colpito anche i parchi scientifici e tecnologici di Taiwan, con le aziende di microchip.
    La TSMC, ad esempio, leader mondiale delle fabbriche di chip, ha spiegato che alcune strutture hanno subito un "breve calo di potenza" nel pomeriggio, ma che attualmente l'elettricità viene fornita normalmente. "TSMC ha adottato le misure di risposta alle emergenze e ha preparato generatori per ridurre al minimo il potenziale impatto", ha aggiunto in una nota.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie