La moglie picchia due commesse a Seul, scuse ambasciatore Belgio

Sospettata di furto, reagisce con violenza. 'Inaccettabile'

(ANSA) - ROMA, 22 APR - L'ambasciatore del Belgio in Corea del Sud si è scusato dopo che è emerso un filmato che mostra sua moglie picchiare due commesse di una boutique di Seul che l'avevano fermata mentre usciva indossando un capo non pagato.
    L'incidente è avvenuto lo scorso 3 aprile. La moglie del diplomatico aveva provato alcuni articoli in camerino e poi si stava avviando all'uscita quando una commessa le è corsa dietro per chiederle conto di un capo. Le riprese delle telecamere esterne mostrano la signora che tira per un braccio l'impiegata, la colpisce sulla testa e poi prende a schiaffi un'altra dipendente accorsa in aiuto della collega.
    L'incidente ha creato rabbia e malumore in Corea del Sud e il ministero degli Esteri ha fatto pressione sull'ambasciata belga esortandola a collaborare con la polizia. L'ambasciatore Peter Lescouhier "si rammarica sinceramente dell'incidente che ha coinvolto sua moglie e chiede scusa per lei", è scritto in un post su Facebook. "Non importano le circostanze, il modo in cui ha reagito è inaccettabile", si legge ancora.
    In quanto moglie di un ambasciatore la signora belga di origini cinesi  e che si chiama Xiang Xueqi, gode dell'immunità diplomatica, ma l'ambasciata ha già fatto sapere che è disposta a collaborare con la polizia. La scorsa settimana era stata ricoverata in ospedale per un ictus e quindi non ha ancora potuto parlare con gli agenti. "Ci auguriamo che la sua salute migliori rapidamente e sia presto in grado di aiutare la polizia nelle indagini, in modo che tutti noi possiamo lasciarci questo spiacevole incidente alle spalle", si legge ancora nel post scritto in inglese e coreano. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie