Thailandia: premier assolto da accuse conflitto di interesse

Ex generale Prayuth ha diritto a risiedere in complesso militare

(ANSA) - BANGKOK, 2 DIC - La Corte costituzionale thailandese ha assolto oggi il primo ministro Prayuth Chan-ocha dalle accuse di conflitto di interesse relative alla sua residenza in una casa all'interno di un complesso militare, nonostante ufficialmente l'ex generale abbia lasciato le forze armate poco dopo il colpo di stato del 2014. Un verdetto di condanna avrebbe costretto Prayuth a lasciare la guida del governo.
    I giudici hanno motivato la sentenza spiegando che il servizio alla nazione e il passato di capo delle forze armate di Prayuth lo qualificano a mantenere la residenza all'interno del Primo reggimento di fanteria, anche ora che non è più generale.
    La petizione contro Prayuth era stata presentata dall'opposizione in Parlamento lo scorso marzo. Per i manifestanti anti-governativi che da mesi chiedono le dimissioni di Prayuth, l'assoluzione costituirà un altro esempio dei "doppi standard" nell'applicazione della legge, a seconda che alla sbarra ci sia un membro dell'establishment pro-monarchico o un esponente dell'opposizione. In particolare, lo scorso febbraio la Corte costituzionale sciolse il partito Nuovo Futuro, forza emergente dell'opposizione, applicando una legge sul finanziamento ai partiti. Dodici anni fa, inoltre, l'allora capo del governo fu costretto alle dimissioni per aver partecipato a un programma televisivo di cucina.
    In una protesta annunciata già nei giorni scorsi, centinaia di manifestanti anti-governativi si stanno radunando presso un incrocio stradale nel nord di Bangkok, con la possibilità che il verdetto pro-Prayuth porti a un'affluenza maggiore delle previsioni. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie