Afghanistan: attacco carcere Jalalabad, 21 morti,anche bimbi

Rivendicato da gruppo aderente allo Stato islamico

Almeno 21 persone, tra le quali molti civili, sono rimaste uccise e altre 43 ferite la scorsa notte in un attacco contro una prigione a Jalalabad, nell'est dell'Afghanistan, rivendicato da un gruppo armato locale aderente al sedicente Stato islamico. Lo rende noto Ataullah Khogyani, governatore della provincia di Nangarhar, di cui Jalalabad è il capoluogo. Secondo il governatore, tra gli uccisi ci sono anche alcuni bambini e detenuti del carcere.
    Un attentatore suicida ha fatto esplodere un'autobomba davanti all'entrata della prigione e poi gli assalitori hanno fatto irruzione nell'edificio ingaggiando un conflitto a fuoco con le guardie. Tre dei miliziani sono rimasti uccisi. Diversi detenuti sono riusciti a fuggire e alcuni sono stati nuovamente catturati nelle ore successive. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie