Coronavirus, in Tibet una fabbrica di mascherine a 4.500 metri di altitudine

Produrrà fino a 120.000 dispositivi di sicurezza al giorno

In Cina si produrranno mascherine mediche in una fabbrica a 4.500 metri di altitudine, nella Regione autonoma del Tibet.

L'impianto si trova nella città di Nagqu, occupa una superficie di 400 metri quadrati, è costata 4 milioni di yuan (circa 564.000 dollari) ed è in grado di produrre fino a 120.000 mascherine al giorno.

"La sua linea di produzione contribuirà in maniera notevole ad alleviare il problema della carenza di mascherine nell'area e fornirà materiali sufficienti per la prevenzione dell'epidemia a Nagqu al fine di agevolare la ripresa del lavoro e della produzione", ha spiegato Li Dong, funzionario della città.

Il governo locale, ha aggiunto Li, assumerà i dipendenti dell'impianto tra la popolazione residente per sostenerne il reddito. La fabbrica, che oggi impiega 15 abitanti locali ha ricevuto un ordine per 550.000 mascherine.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie