Mondo
  1. ANSA.it
  2. Mondo
  3. Asia
  4. La nave da crociera Costa potrà attraccare a Singapore

La nave da crociera Costa potrà attraccare a Singapore

Duemila a bordo, tra loro 64 italiani. Nessun contagio su nave

Vita difficile a bordo delle navi da crociera in questi mesi dominati dal panico per il coronavirus. Dopo il caso più eclatante della Diamond Princess che è rimasta ancorata in Giappone, nella baia di Yokohama, per quasi un mese, con il capitano Gennaro Arma che è stato appena insignito dell'onoreficenza di Commendatore al merito dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella in considerazione del suo "esemplare comportamento",  sono molte le navi che si sono viste chiudere i porti di mezzo mondo per il timore dei contagi.

Ultima in ordine di tempo è la nave da crociera Costa Fortuna - sulla quale stanno viaggiando 2mila persone tra cui 64 italiani - che verrà fatta attraccare domani a Singapore, dopo essere stata rifiutata da Phuket (Thailandia) e Penang (Malaysia) nei giorni scorsi per il timore della presenza dei nostri connazionali. A bordo non si segnalano casi di coronavirus, ma un medico controllerà comunque la salute dei pazienti prima che vengano lasciati scendere.

La Royal Princess invece non salperà dal porto di Los Angeles: la crociera è stata cancellata. Princess Cruise annuncia di aver ricevuto dalle autorità americane il divieto a partire fino a quando non saranno effettuati i test su un membro dell'equipaggio per il coronavirus. Princess Cruise precisa che uno dei membri dell'equipaggio è stato trasferito 15 giorni fa alla Royal Princess dalla Grand Pricness, la nave da crociera da giorni al largo delle coste della California con 21 persone positive al coronavirus, di cui 19 membri dell'equipaggio.

Negli Usa appello a non andare in crociera. I cittadini americani, soprattutto quelli con problemi di salute, non dovrebbero viaggiare su navi da crociera. Lo afferma il Dipartimento di Stato citando i maggiori rischi di infezione per il coronavirus, come messo in evidenza dal Centers for Disease Control and Prevention. "Anche se il governo americano ha evacuato di recente alcuni passeggeri, ma - aggiunge il Dipartimento di Stato - i voli per il rimpatrio" potrebbero non essere un'opzione per i cittadini americani.


Il punto sulle navi da crociera Costa Costa Crociere fa sapere che "la situazione sanitaria a bordo delle navi non presenta alcuna criticità". La compagnia spiega che Costa Fortuna e' in navigazione verso Singapore dove è prevista la fine della crociera il 10 marzo. E ci sarà la cancellazione della prossima crociera di Costa Fortuna, la cui partenza era prevista sempre il 10 Marzo da Singapore. "La decisione - si legge - si è resa necessaria sulla base delle condizioni restrittive che offrono in questo momento i porti inclusi nell'itinerario della nave. Tale situazione non avrebbe offerto agli ospiti un livello adeguato alle aspettative degli ospiti e agli standard della Compagnia. Costa Crociere sta provvedendo ad informare gli ospiti che avrebbero dovuto imbarcarsi, offrendo loro un voucher di valore equivalente al prezzo pagato, per effettuare una nuova crociera". Per quanto riguarda la Crociera successiva di Costa Fortuna in partenza il 19 Marzo e con arrivo previsto il 9 aprile a Savona, "la Compagnia sta effettuando le dovute valutazioni".

La nave Costa Magica e' invece approdata nel porto di Bridgetown nell'isola di Barbados dove sta effettuando le sole operazioni di approvvigionamento senza sbarco dei passeggeri.

Infine, Costa Mediterranea e' in navigazione verso l'isola di Reunion dove è attesa il 10 marzo prossimo. "In uno scenario globale in continua evoluzione, Costa Crociere sta monitorando costantemente le misure restrittive adottate dalle autorità governative locali nelle destinazioni delle proprie navi. I cambiamenti di itinerari sono stati causati dalle crescenti restrizioni imposte dalle destinazioni e non da motivi medici. La tutela della salute e della sicurezza degli ospiti e degli equipaggi e' per Costa Crociere una priorità assoluta", conclude il comunicato.

Finale con polemica invece l'altro giorno per il viaggio della Msc Opera, che aveva saltato la tappa di Malta dopo che sull'isola si era diffusa la notizia che un passeggero austriaco, sbarcato a Genova il 26 febbraio, una volta giunto in patria era risultato positivo al test. La tappa successiva era stata a Messina, dove il governatore della Sicilia Nello Musumeci aveva chiesto di valutare se impedire lo sbarco. "Non conoscendo la situazione sanitaria a bordo - aveva detto - bisogna garantire utili misure sanitarie". Ma dopo poche ore era arrivato il via libera del sindaco Cateno De Luca, secondo il quale non essendo stati "riscontrati pericoli sanitari" e "terminati i controlli", non c'erano ragioni per le quali "impedire lo sbarco dei passeggeri". Una decisione che era stata giudicata "irresponsabile" da Musumeci.

 

Poi, si registra anche il caso della nave del Grand Navi Veloci Splendid attraccata nel porto di Genova. Marittimi e portuali genovesi avevano protestato, chiedendo chiarimenti in merito alla situazione sanitaria, dopo che 6 uomini dell'equipaggio della Gnv Rhapsody erano stati imbarcati sulla Splendid, prima che la nave venisse messa in isolamento. In mattinata i 6 marittimi erano stati prelevati e riaccompagnati alla Rhapsody per restare in isolamento. La nave Rhapsody era stata ormeggiata nel porto di Genova dopo che era stato trovato a Tunisi un passeggero positivo al Coronavirus.

 

 

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA



    Modifica consenso Cookie