Mondo

Covaxin acquistato a sovrapprezzo, sospetti su Bolsonaro

Presidente Brasile nel mirino Commissione inchiesta su pandemia

(ANSA) - BRASILIA, 24 GIU - Si aggrava la situazione del presidente brasiliano, Jair Bolsonaro, davanti alla Commissione d'inchiesta sulla pandemia (Cpi), istituita al Senato per appurare eventuali omissioni del governo nella gestione della crisi sanitaria: un dipendente del ministero della Salute, che sarà chiamato a testimoniare, ha sostenuto di aver subito pressioni per acquistare a sovrapprezzo 20 milioni di dosi del vaccino indiano Covaxin, in un'operazione che avrebbe visto la partecipazione diretta del capo dello Stato.
    La denuncia del dipendente "è la più grave presentata finora alla Cpi e potrebbe causare problemi" al governo, ha dichiarato oggi il presidente della Commissione, senatore Omar Aziz.
    Secondo quest'ultimo, Bolsonaro "in persona" avrebbe contattato il primo ministro indiano, Narendra Modi, per accelerare l'acquisto di un vaccino "più costoso di quello di Pfizer e AstraZeneca". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie