Mondo

Venezuela: Maduro, 'andiamo verso accordo con opposizione'

Non possiamo negoziare con gli Usa con una pistola alla tempia

(ANSA) - CARACAS, 21 GIU - Il negoziato tra il governo del Venezuela e l'opposizione porterà gradualmente a "un grande accordo nazionale". Ne è convinto il presidente della Repubblica venezuelano, Nicolás Maduro.
    In una lunga intervista diffusa durante il fine settimana dai media governativi, Maduro ha ricordato che "ho lanciato più di mille appelli al dialogo politico", ma "ora vedo consolidarsi la fiducia fra le parti e questo porterà a successivi accordi parziali" che saranno raggiunti attraverso una agenda di confronto condivisa.
    "Si stanno compiendo i primi passi - ha insistito - per stabilire un'agenda di dialogo condiviso, equo e paritario" per un processo che al momento è nella sua fase iniziale.
    Dopo aver assicurato che questo dialogo "coinvolge tutta l'opposizione", il capo dello Stato ha sottolineato che esso avviene con l'accompagnamento di una delegazione del governo della Norvegia, nonché "con la partecipazione e l'osservazione di altri Paesi amici del mondo".
    Riferendosi quindi alle elezioni amministrative previste per novembre, Maduro ha assicurato che le garanzie per questo appuntamento "saranno ampliate in base al negoziato che sta avvenendo con tutte le componenti dell'opposizione".
    "Non lo facciamo perché lo richiede il governo degli Stati Uniti - ha proseguito - lo facciamo perché è un obbligo costituzionale, e perché è una nostra convinzione politica".
    Riguardo ai rapporti con gli Usa, Maduro ha detto che "non si può puntare una pistola alla testa del popolo venezuelano perché ci si dica quello che dobbiamo fare, perché diventeremmo una colonia". Ma, ha concluso, "tutto si può fare con un rapporto di rispetto reciproco tra Caracas e Washington". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie