Covid: Bolsonaro, stiamo affrontando guerra batteriologica?

Leader brasilano torna a criticare la Cina pur senza citarla

(ANSA) - BRASILIA, 06 MAG - Nuova bordata all'indirizzo della Cina da parte di Jair Bolsonaro: durante una cerimonia dedicata al 5G, settore in cui spicca l'azienda cinese Huawei, il presidente brasiliano ha lasciato intendere che il governo di Pechino, pur senza citarlo espressamente, potrebbe aver creato di proposito il nuovo coronavirus.
    Il Covid-19 "è un nuovo virus: nessuno sa se è nato in laboratorio o perché un essere umano ha mangiato un animale inappropriato. Il fatto è che proviene da lì. I militari sanno cos'è la guerra chimica e batteriologica. Non è che stiamo affrontando una nuova guerra?", si è chiesto Bolsonaro, aggiungendo: "Qual è stato il Paese il cui Pil è cresciuto di più (durante la pandemia)? Io non lo dirò".
    Le dichiarazioni del capo dello Stato sono state definiti "incredibili" dal governatore di San Paolo, Joao Doria, acerrimo avversario politico di Bolsonaro e strenuo difensore dei vaccini, in particolare di quello cinese, CoronaVac, prodotto anche dall'Istituto Butantan, dipendente dallo Stato di San Paolo.
    Dura anche la reazione del deputato Fausto Pinato, del Fronte parlamentare Brasile-Cina, secondo cui Bolsonaro soffrirebbe di "una grave malattia mentale". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie