Clima: leader indigena, vogliamo avere voce sull'Amazzonia

Sineia do Vale interverrà al vertice poche ore dopo Bolsonaro

(ANSA) - BRASILIA, 22 APR - La leader indigena brasiliana Sineia do Vale sostiene che gli indios sono i più colpiti dalla deforestazione dell'Amazzonia, affermazione che dovrà ribadire anche oggi parlando al vertice virtuale sul clima convocato dal presidente Usa, Joe Biden.
    "Porterò al vertice la strategia delle popolazioni indigene riguardo alle questioni ambientali", ha detto la leader del gruppo etnico Wapichana, che vive a Raposa Terra do Sol, una vasta riserva di 1,7 milioni di ettari nello Stato di Roraima .
    "Il movimento indigeno non si ferma, continuiamo a lavorare, creando spazi in modo da poter avere una voce" nei dibattiti internazionali sull'Amazzonia, ha aggiunto Sineia do Vale al quotidiano Folha de S. Paulo.
    L'indigena ha anticipato che nel suo discorso, che terrà poche ore dopo quello di Jair Bolsonaro, eviterà di fare riferimenti diretti al presidente del Brasile.
    "Non voglio sprecare il mio tempo affrontando temi e problemi che vengono mostrati ogni giorno dai media", ha dichiarato la residente della riserva Raposa Terra do Sol, una cui delegazione nel 2019 si recò a Roma per partecipare al Sinodo sull'Amazzonia convocato da Papa Francesco. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie