Covid: il Cile ha approvato l'uso del vaccino Astrazeneca

Per maggiori 18 anni. Il terzo autorizzato,dopo Pfizer e Sinovac

(ANSA) - ROMA, 27 GEN - L'Istituto di sanità pubblica (Isp) del Cile ha approvato oggi l'uso di emergenza del vaccino contro il coronavirus prodotto dal laboratorio britannico AstraZeneca e dall'Università di Oxford per i cittadini maggiori di 18 anni.
    Si tratta della terza formula autorizzata nel Paese, dopo quelle di Pfizer-BioNTech e della società cinese Sinovac.
    L'approvazione del farmaco è stata data all'unanimità dai 12 membri del comitato di esperti dell'ente. Jorge Fuentealba, presidente della Società di farmacologia del Cile e parte del comitato, ha sottolineato durante la presentazione precedenta alla votazione, che dopo aver analizzato tutti gli studi di laboratorio, "il vaccino è sicuro, le risposte immunitarie desiderate".
    "Il profilo rischio-beneficio di AZD1222 (il vaccino AstraZeneca) è favorevole per l'indicazione proposta negli adulti di età pari o superiore a 18 anni", ha detto l'esperto, citato dal sito del quotidiano La Tercera.
    Come annunciato dal presidente Sebastián Pinera la scorsa settimana, lo Stato ha sottoscritto accordi per l'arrivo di 10 milioni di dosi del vaccino Pfizer, 10 milioni di dosi di CoronaVac e 4 milioni di dosi di AstraZeneca, oltre all'accordo Covax e con Johnson & Johnson.
    Il Cile ha registrato finora 709.888 casi di coronavirus con 18.040 morti. Nel Paese, 56.759 hanno ricevuto una prima dose di vaccino contro il Covid-19, mentre 10.315 hanno avuto anche la seconda dose. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie