Covid: Bolsonaro ammette,'non sono un presidente eccellente'

Dopo critiche per distribuzione vaccini e crisi sanitaria Manaus

(ANSA) - BRASILIA, 19 GEN - Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro oggi ha ammesso di non considerarsi un "eccellente" capo dello Stato.
    La dichiarazione arriva in concomitanza con le polemiche scaturite dalla gestione da parte del suo governo del programma di vaccinazione nazionale, nonché in seguito alla crisi sanitaria scoppiata in Amazzonia e in particolare nella città di Manaus, dove negli ospedali sono mancate persino le bombole di ossigeno.
    "Non dirò che mi considero un eccellente presidente, ma ci sono tanti che vorrebbero tornassero coloro che mi hanno preceduto. È impressionante: hanno nostalgia", ha affermato Bolsonaro, parlando in modo informale con alcuni suoi simpatizzanti a Brasilia.
    Secondo i media locali, la maniera con cui il presidente della Repubblica ha trattato la questione dei vaccini - in particolare criticando l'efficacia del farmaco cinese, CoronaVac, prodotto a San Paolo - sta influenzando negativamente la sua popolarità. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie