Venezuela: Procura conferma arresto di oppositore Carreño

Guaidó denuncia 'pratiche criminali della dittatura'

(ANSA) - CARACAS, 28 OTT - Il Procuratore generale del Venezuela, Tarek William Saab, ha annunciato l'arresto "in flagranza di reato" del giornalista Ronald Carreño, accusato di "partecipazione a piani cospirativi contro la pace democratica del Paese". Lo riferisce la tv statale Vtv.
    Ieri il Centro di comunicazione nazionale del governo ad interim dell'oppositore Juan Guaidó aveva denunciato la scomparsa di Carreño, coordinatore del partito Voluntad Popular (VP), facendo responsabile il "regime" del presidente Nicolás Maduro "per qualsiasi aggressione contro la sua integrità fisica".
    La notte scorsa via Twitter l'autoproclamato presidente ad interim Guaidó aveva ribadito che "Roland Carreño e (l'attivista del VP, ndr) Elías Rodríguez sono scomparsi da 24 ore. Nella residenza di Roland è in corso una perquisizione". "Le pratiche criminali della dittatura non potranno nulla con un Paese che è in piedi ed alza la sua voce".
    Saab da parte sua ha indicato che la causa contro Carreño sarà istruita "dal pm nazionale n.73", aggiungendo che preliminarmente "le indagini mostrano che l'imputato sarebbe responsabile della consegna di armi da guerra e denaro contante a persone con l'obiettivo di promuovere azioni violente sul territorio nazionale".
    L'alto magistrato venezuelano ha infine assicurato che al momento dell'arresto il giornalista "era in possesso di 12.000 dollari e di un fucile semiautomatico di fabbricazione statunitense R15".(ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie