Coronavirus: Brasile, perquisiti uffici governatore Amazonas

Sospettato di frode nell'acquisto di respiratori

(ANSA) - BRASILIA, 30 GIU - Le autorità federali del Brasile hanno sequestrato gli uffici del governatore dello stato settentrionale di Amazonas, Wilson Lima, sospettato di frode nell'acquisto di respiratori per pazienti infetti dal coronavirus.
    Secondo le prime informazioni, tra le altre azioni giudicate fraudolente, il governo statale avrebbe acquisito respiratori ad un prezzo superiore del 130% rispetto al valore di mercato.
    L'ufficio del procuratore generale brasiliano ha indicato che "gli atti illegali" sono stati compiuti da un gruppo di persone che hanno agito "sotto il comando e la guida" del governatore Lima.
    La Corte Suprema di Giustizia del Brasile ha autorizzato l'operazione, con mandati di arresto nei confronti di 8 indagati, nonché il congelamento dei beni del governatore e di funzionari per un importo vicino a 2,9 milioni di reais (540 mila dollari).
    Amazonas è uno degli stati brasiliani più colpiti da Covid-19 nel nord del Paese. Nelle ultime settimane, la Corte Suprema di Giustizia ha autorizzato operazioni simili a quella di oggi contro i governatori di Rio de Janairo, Wilston Witzel e di Pará, Heder Barbalho, per attività giudicate fraudolente nell'uso delle risorse destinate alla gestione della crisi del coronavirus. (ANSA)..
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie