Mondo

Attacco in Congo, uccisi l'ambasciatore italiano e un carabiniere

Colpita la vettura con a bordo il diplomatico. Accompagnava un convoglio della missione Monusco

Nell'attacco a Goma, in Congo, sono morti l'ambasciatore italiano Luca Attanasio e un carabiniere che era nel convoglio con il diplomatico. Lo apprende l'ANSA da fonti qualificate. E' un autista la terza vittima dell'attacco contro il convoglio della missione Onu (Monusco) nella provincia orientale del Nord-Kivu, in Congo, oltre all'ambasciatore italiano Luca Attanasio e un carabiniere, rivela una fonte diplomatica a Kinshasa. L'ambasciatore, aggiunge la fonte, è deceduto dopo essere stato ferito da colpi d'arma da fuoco all'addome ed è arrivato all'ospedale di Goma in condizioni critiche. "Le forze armate del Congo stanno facendo il possibile per sapere chi siano gli autori dell'attacco", avvenuto a nord di Goma. La regione del Nord-Kivu è teatro dell'azione di decine di gruppi armati che si contendono le risorse naturali e ospita il Parco dei Virunga, famoso per i gorilla di montagna e sorvegliato da 628 ranger armati.

    Attanasio - secondo quanto apprende l'ANSA - era stato trasportato in ospedale a Goma. La matrice dell'attacco non è ancora chiara. La vettura faceva padre di un convoglio della Monusco che comprendeva anche il Capo Delegazione Ue. Massima apprensione della Farnesina che sta seguendo gli sviluppi.
   

L'attacco in Congo in cui sono morti l'ambasciatore italiano Luca Attanasio ed un carabiniere era un 'tentativo di rapimento'. Lo rivelano i ranger del Parco nazionale dei Virunga, citati da vari media tra cui il Jerusalem Post. L'attacco è avvenuto intorno alle 10 (le 9 italiane9 presso la cittadina di Kanyamahoro. Sono molti i gruppi armati che operano nella zona dei monti Virunga, fra Congo, Ruanda e Uganda, e spesso prendono di mira i ranger del parco, famoso per i gorilla di montagna.

"Ho appreso con sgomento e immenso dolore della morte oggi del nostro Ambasciatore nella Repubblica Democratica del Congo e di un militare dei Carabinieri. Due servitori dello Stato che ci sono stati strappati con violenza nell'adempimento del loro dovere. Non sono ancora note le circostanze di questo brutale attacco e nessuno sforzo verrà risparmiato per fare luce su quanto accaduto. Oggi lo Stato piange la perdita di due suoi figli esemplari e si stringe attorno alle famiglie, ai loro amici e colleghi alla Farnesina e nei Carabinieri". Lo afferma Luigi Di Maio.

"Abbiamo visto le notizie" dell'attacco e dell'uccisione dell'ambasciatore Luca Attanasio e del carabiniere nella Repubblica del Congo, "sono notizie estremamente preoccupanti e seguiamo da vicino. L'Alto rappresentante ha presentato le sue condoglianze all'Italia. Il ministro degli Esteri condivide le informazioni con i colleghi Ue". Così il portavoce della Commissione Ue, Eri Mamer.

"Oggi è una giornata buia e molto triste per il nostro Paese. Riferirò il prima possibile in Parlamento per fare chiarezza su quanto accaduto". Lo scrive il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, su Fb, in merito all'attacco in Congo in cui sono stati uccisi l'ambasciatore italiano e un militare dei Carabinieri.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie