Mondo
  1. ANSA.it
  2. Mondo
  3. Covid: ombre sulla fondazione di 'Captain Tom', figlia sotto tiro

Covid: ombre sulla fondazione di 'Captain Tom', figlia sotto tiro

Giornale denuncia gestione allegra dei fondi, ora indaga authority

Rischia di macchiarsi di fango, per supposta colpa degli eredi, la 'favola' di Tom Moore: il defunto veterano delle forze britanniche (per tutti "Captain Tom") sepolto centenario nel 2021 con tutti gli onori dopo aver promosso con incredibile energia una raccolta di donazioni popolari da record al servizio sanitario pubblico del Regno (Nhs) nei primi tempi della pandemia da Covid.

Decorato con il titolo di sir dalla regina in persona pochi mesi prima della morte, ed esaltato come un eroe nazionale bipartisan dalla politica, Moore ha lasciato in eredità una fondazione chiamata a continuare a distribuire aiuti. Fondazione i cui bilanci sono tuttavia ora al vaglio di un'investigazione dell'authority indipendente britannica incaricata di sorvegliare gli enti di beneficenza, dopo un'inchiesta del giornale online Independent che ha rivelato sospetti su una gestione discutibile delle risorse incamerate. Il vertice della Captain Tom Foundation si è affrettato a diffondere un comunicato per assicurare la massima collaborazione agli ispettori, "grato per l'aiuto" che la verifica potrà dare a riassestare "un'organizzazione ancora giovane".

Al di là delle frasi di circostanza restano tuttavia i numeri denunciati dall'Independent, stando ai quali in un anno la fondazione ha incassato 1,1 milioni di sterline, spendendone meno della metà e destinandone finora a concrete attività caritative poco più di 40.000. Non senza stanziare invece 260.000 sterline per l'autosostentamento e 140.000 per compensare o rifondere il proprio management. E questo senza contare le oltre 50.000 sterline dichiarate in uscita in direzione di almeno due società di consulenza create di fresco da una delle due figlie di Moore e da suo marito (Hannah e Colin, alternatisi in questi mesi alla guida della stessa Foundation) a titolo di "rimborsi" per servizi privati di promozione "offerti" alla stessa associazione benefica. 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie