Mondo
  • Gb: crisi benzina, governo sospende legge sulla concorrenza

Gb: crisi benzina, governo sospende legge sulla concorrenza

Migliaia di stazioni di servizio sono a corto di carburante

(ANSA) - LONDRA, 27 SET - Di fronte alle persistenti code ai distributori in Gran Bretagna nella cosiddetta crisi della benzina, scatenata dalla penuria di autotrasportatori ma aggravata proprio dalla corsa a riempire i serbatoi temendo un razionamento, il governo corre ai ripari e si accinge a sospendere la legge sulla concorrenza.
    Lo scopo è quello di poter rifornire in modo più mirato le stazioni di servizio che hanno esaurito i carburanti. E' quanto si legge sul sito della Bbc, secondo cui questa iniziativa rende più facile per le compagnie condividere informazioni e dare priorità alle parti del Paese più colpite dal problema. Stando ad alcuni media del Regno, l'esecutivo Tory sarebbe sempre più vicino a coinvolgere l'esercito per guidare le autocisterne e così cercare di ovviare alla carenza di conducenti di mezzi pesanti.
    I dati diffusi dalla Petrol Retailers Association (Pra) sono allarmanti: circa due terzi dei quasi 5.500 punti vendita indipendenti sono senza benzina, e il resto è "parzialmente a secco e presto in via di esaurimento". Nel Regno Unito si contano in tutto oltre 8.000 stazioni di rifornimento, indipendenti o all'interno di grandi catene. I distributori gestiti dai supermercati Asda hanno avviato forme di razionamento: ogni automobilista può rifornirsi per un massimo di 30 sterline. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie