Mondo

Cina apre ai talebani: 'Pronti a parlare'

'Nuovo governo necessario per ricostruire e per l'ordine interno dopo oltre tre settimane di anarchia'

L'ambasciata cinese a Kabul "sta ancora svolgendo normalmente le sue funzioni. Siamo disposti a mantenere le comunicazioni con il nuovo governo e i leader afghani". E' la risposta del portavoce del ministero degli Esteri Wang Wenbin alla domanda sull'ipotesi che Pechino possa riconoscere i talebani. "Ci auguriamo - ha aggiunto - che il nuovo regime ascolti ampiamente le opinioni di tutti i gruppi etnici e le fazioni durante il governo provvisorio e risponda ai desideri della gente del Paese e della comunità internazionale. Abbiamo notato che la parte afghana ha sottolineato che tutte le persone trarranno beneficio dal nuovo regime".

La Cina "dà grande importanza all'annuncio dei talebani sull'istituzione di un governo ad interim che ha posto fine alle oltre tre settimane di anarchia in Afghanistan". E' il commento nel consueto briefing del portavoce del ministero degli Esteri Wang Wenbin, per il quale quanto annunciato "è stato un passo necessario per il ripristino dell'ordine interno e della ricostruzione postbellica". 

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie