Mondo
  • Si arrende uomo che minacciava esplosione vicino Campidoglio Usa

Si arrende uomo che minacciava esplosione vicino Campidoglio Usa

La polizia aveva evacuato l'area vicino al Congresso Usa e Capitol Hill

L'uomo che da ore minacciava di far saltare il suo furgone con dell'esplosivo nell'area del Campidoglio Usa si è arreso. Lo riporta il New York Times citando fonti della polizia.

La polizia di Capitol Hill aveva evacuato l'area intorno alla Biblioteca del Congresso dopo la segnalazione di un presunto ordigno esplosivo in un pickup.
L'edificio è vicino al Campidoglio e alla Corte suprema. Le forze dell'ordine hanno evacuato anche il Cannon House Office Building. Questa settimana il Congresso è in ferie. 
A causa dell'allarme bomba in un'area vicino alla Biblioteca del Congresso americano, a Capitol Hill, è stata evacuata per prudenza anche la sede della Corte Suprema, al momento chiusa al pubblico per la pandemia.

La polizia, informa la Cnn, aveva avviato dei negoziati con l'uomo che si trovava su un veicolo sospetto e minacciava di avere dell'esplosivo a bordo. Decine gli agenti sul posto, in una zona già blindata dopo i fatti del 6 gennaio scorso quando i rivoltosi pro Trump assaltarono il palazzo del Congresso. Il 2 aprile, poi, un poliziotto fu ucciso e un altro ferito da un uomo che aveva lanciato la sua auto contro le barriere di protezione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie