Mondo

Tunisia: proteste nel giorno della Festa per la Repubblica

Attivisti chiedono lo scioglimento del Parlamento

In occasione del 64mo anniversario della proclamazione della Repubblica tunisina, diverse centinaia di giovani e attivisti hanno raccolto l'invito, lanciato in rete da un non ben identificato Gruppo del Movimento del 25 luglio, a manifestare davanti al Parlamento per chiederne il suo scioglimento. Imponente lo schieramento delle forze dell'ordine che ha transennato fin dal mattino tutte le vie di accesso alla sede del parlamento e alla centrale Avenue Bouguiba della capitale. Manifestazioni, al momento pacifiche, vengono segnalate anche in altre città del Paese, quali Sousse Sfax, Kef, Gafsa, Tozeur e Kairouan.
    Gli attivisti sfilano sotto un sole cocente e una temperatura di 40 gradi intonando come slogan principale "il popolo vuole lo scioglimento del Parlamento". Tra le altre richieste del movimento anche la fissazione di una data per le elezioni anticipate.
    La Tunisia vive da mesi una sorta di stallo istituzionale a causa della contrapposizione tra il presidente della Repubblica Kais Saied e il primo ministro Hichem Mechichi, per via di un rimpasto governativo già approvato dal parlamento a fine gennaio scorso, mai accettato dal capo dello Stato. In parlamento inoltre negli ultimi tempi sono andate in scena episodi di violenza tra deputati ed altri incidenti che ne hanno rallentato la normale attività.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie