Mondo
  • Premio Ulivo per la pace Anna Fendi all'Ambasciatore Belloni

Premio Ulivo per la pace Anna Fendi all'Ambasciatore Belloni

'Ha contribuito in maniera sostanziale alla causa della pace'

In un'epoca di profondi sconvolgimenti sociali, orribili conflitti e marcate diseguaglianze, si leva il grido delle vittime dai quattro angoli del globo per invocare un'unica parola: pace. A rispondere, coraggiosi personaggi del panorama internazionale, che mettono le proprie competenze e conoscenze al servizio del bene comune e dedicano il loro costante impegno alla costruzione di questa tanto agognata condizione. Il premio Ulivo per la Pace di Anna Fendi - si legge in una nota - nasce per ringraziare simbolicamente questi paladini della pace e far loro sentire il supporto della comunità a beneficio della quale essi agiscono. Ideato durante la oltre trentennale presidenza di Anna Fendi dell'Associazione di Via Borgognona, originariamente chiamato Ulivo d'Oro, il premio è stato conferito, nel corso degli anni, a figure di spicco della storia contemporanea, quali Michail Gorbachev, Sandro Pertini, Giovanni Paolo II, Madre Teresa di Calcutta e tanti altri. "Sento profondamente radicato in me il sentimento della pace e non ho mai perso occasione per deprecare ogni guerra", commenta Anna Fendi. "E' proprio questo mio sentimento profondo che mi ha spinto a dare vita al premio, assegnato a grandi personalità che nel mondo si sono prodigate per cercare di spegnere ogni focolaio di conflitto".
    Dopo un breve periodo di quiescenza, su impulso della creatrice Anna Fendi e dell'allora presidente del Rotary Roma Sud, avv. Gianni Vivona, il premio è stato assegnato nel 2019 ad Emma Bonino. Quest'anno, durante il 64° Congresso Distrettuale del Rotary International che si terrà a Fiuggi dal 25 al 27 giugno 2021, il terzo forum, coordinato da Maria Novella Tacci, sarà nuovamente dedicato alla tematica della pace e si intitolerà "...alle radici della Pace". In un'ottica di continuità della vita del premio, l'Istruttore Distrettuale, avv. Gianni Vivona, ha proposto che la consegna dell'Ulivo per la Pace avvenga in questa sede, il 26 giugno 2021 alle ore 14.30 presso le Terme di Bonifacio VIII, Fiuggi. Anna Fendi conferirà il premio all'Ambasciatore Elisabetta Belloni e lo ritirerà, in sua vece, Emma Bonino.
    L'Ambasciatore Belloni, illustre diplomatica italiana, è stata, fra i suoi molti prestigiosi incarichi, Direttore generale per la Cooperazione allo Sviluppo, Direttore generale per le Risorse e l'Innovazione, Capo di Gabinetto del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e Segretario Generale della Farnesina. "Con la sua professionalità è testimone quotidiana dell'impegno istituzionale per la costruzione della pace", ha dichiarato l'avvocato Vivona.
    "Anche quest'anno - ha osservato Anna Fendi - provo un'immensa gioia al pensiero di consegnare il premio ad un'altra grande donna, l'Ambasciatore Belloni, che considero una delle mie più care amiche da molti anni. L'Ambasciatore, con la classe e la spontaneità che la contraddistinguono, ha occupato le più importanti posizioni nell'ambito della diplomazia e, nel corso della sua sfolgorante carriera, ha contribuito in maniera sostanziale alla causa della pace". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie