Mondo

Bielorussia: O'Leary, su volo Ryanair dirottamento di Stato

Audizione del numero 1 della compagnia alla Camera dei Comuni Gb

LONDRA - La vicenda del volo passeggeri Ryanair in viaggio fra Atene e Vilnius costretto il mese scorso ad atterrare in base a un presunto allarme bomba a Minsk, in Bielorussia, dove la polizia locale ha poi arrestato il giornalista e oppositore Roman Protasevich che era a bordo, va qualificata come "un dirottamento di Stato". Lo ha ribadito Michael O'Leary, boss del colosso aereo low cost irlandese, durante un'audizione oggi sull'accaduto di fronte alla commissione Trasporti della Camera dei Comuni britannica.
    "Secondo la mia personale opinione, non c'è altro modo di spiegarla", ha detto O'Leary, che nell'immediatezza dei fatti aveva parlato anche di "terrorismo di Stato". Il numero uno di Ryanair ha contestato la ricostruzione e le giustificazioni addotte dalle autorità bielorusse, parlando di "pressioni" da parte della torre di controllo di Minsk sul comandante, che sarebbe stato lasciato "senza alternative" se non quella di atterrare nella capitale della Bielorussia malgrado la richiesta di possibili destinazioni diverse. Con la giustificazione di fantomatiche "informazioni credibili" sulla presenza di una bomba a bordo (in effetti mai trovata), stando alle quali il supposto ordigno sarebbe esploso giusto nel momento dell'eventuale ingresso del velivolo nello spazio aereo lituano o del suo atterraggio a Vilnius.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie