Sudafrica, quasi domato l'incendio a Città del Capo

Distrutti alcuni edifici storici e la biblioteca universitaria

E' stato quasi completamente domato l'incendio scoppiato domenica in Sudafrica alle pendici della Table Mountain e che ha soffocato Città del Capo con il suo fumo, distruggendo alcuni edifici storici tra i quali una biblioteca universitaria. Forti venti hanno rafforzato lunedì le fiamme, ma le condizioni climatiche odierne più miti hanno permesso ai vigili del fuoco di far decollare i loro cinque elicotteri per un intervento aereo contro l'incendio, come ha detto Rey Thakhuli, portavoce dei parchi nazionali del Sudafrica: "Approssimativamente il 90 per cento del fuoco è sotto controllo", ha detto in una nota. Secondo l'agenzia dei parchi, almeno 600 ettari di terra sono stati carbonizzati.

La biblioteca dell'università di Città del Capo (Uct), che ospitava una raccolta unica di archivi africani, è stata distrutta. "Abbiamo perso la nostra preziosa raccolta e non saremo in grado di sostituire una parte di essa della quale facevano parte collezioni di studi africani, una raccolta di circa 3.500 film africani e pubblicazioni governative. Siamo devastati", ha dichiarato al network locale televisivo di notizie eNCA la vice rettrice dell'università, Mamokgethi Phakeng. Oltre 4 mila studenti sono stati evacuati e sistemati in alberghi, ha aggiunto. I funzionari della città hanno riferito che anche i residenti delle aree vicine all'incendio sono stati evacuati come misura precauzionale. Non sono stati riportati morti, ma quattro vigili del fuoco sono rimasti feriti. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie