• Shock in liceo Texas, assegnavano un prezzo ai compagni afro

Shock in liceo Texas, assegnavano un prezzo ai compagni afro

L'episodio è avvenuto nella cittadina texana di Aledo, non distante da Fort Worth

Avevano creato una chat su Snapchat chiamata 'Slave Trade', tratta degli schiavi, in cui assegnavano un prezzo ai compagni di scuola afroamericani modificando di volta in volta la quotazione in base ad abbigliamento, pettinatura, comportamenti. Così un gruppo di studenti bianchi di un liceo del Texas ha subito provvedimenti disciplinari da parte dei vertici della scuola, che però hanno liquidato l'episodio come "un incidente di cyber bullismo". Ma molti genitori non ci stanno e parlano apertamente di razzismo e di odio razziale.

L'episodio è avvenuto nella cittadina texana di Aledo, non distante da Fort Worth. Nella chat, riporta il New York Times, uno studente afroamericano veniva valutato '100 bucks', come si dice in gergo 100 dollari. Mentre un altro ragazzo era quotato solamente un dollaro: "Il prezzo sarebbe migliore se i suoi capelli non facessero così schifo", il commento nella chat.

Il gruppo di conversazione era poi caratterizzato da un emoji che raffigura un poliziotto bianco che punta la pistola contro un contadino afroamericano e i commenti sono conditi di insulti razzisti. In base agli ultimi dati ufficiali della città di Aledo, tra i 499 studenti del primo anno di liceo, quello frequentato dagli studenti coinvolti nella vicenda, 390 sono bianchi e solo 6 sono afroamericani. 
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie