AstraZeneca, dubbi Usa 'forse dati obsoleti'. Azienda, 'entro 48h ne forniremo più recenti'

 La società AstraZeneca potrebbe avere incluso dati "obsoleti" nell'informativa inviata alle autorità americane durante le sperimentazioni del proprio vaccino anti Covid condotte negli Stati Uniti: lo ha reso noto nella tarda serata di ieri l'Istituto nazionale per le malattie infettive e le allergie citando le preoccupazioni di un consiglio di monitoraggio.
    Il consiglio di monitoraggio, ha reso noto in un comunicato l'Istituto nazionale per le malattie infettive e le allergie, "ha espresso la preoccupazione che AstraZeneca possa avere incluso informazioni obsolete da quello studio, che potrebbero avere fornito una visione incompleta dei dati sull'efficacia" del suo vaccino.

AstraZeneca ha subito annunciato che "entro 48 ore" fornirà agli Stati Uniti altri dati sul su vaccino anti-coronavirus. In un comunicato la società farmaceutica ha spiegato di aver utilizzato dati risalenti a un periodo antecedente il 17 febbraio per risultati delle sperimentazioni cliniche negli Stati Uniti e di voler mettersi in contatto "immediatamente" per fornire al Data and Safety Monitoring Board "informazioni più aggiornate possibile".

     Il vaccino AstraZeneca è "probabilmente molto buono" ma i dati inviati dalla società "sono fuorvianti", ha dichiarato il dottor Anthony Fauci dopo i dubbi sollevati dalla commissione indipendente sull'attendibilità delle informazioni fornite agli Stati Uniti. "Questo è probabilmente un ottimo vaccino", ha detto alla ABC News il principale consigliere della Casa Bianca sulla pandemia. Ma il comitato di monitoraggio dei dati e della sicurezza "si è preoccupato" del fatto che i dati forniti da AstraZeneca "fossero in qualche modo obsoleti e potrebbero in effetti essere un po' 'fuorvianti", ha aggiunto.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie