Mondo
  • Meghan-Harry, Michelle Obama: le accuse di razzismo non mi sorprendono

Meghan-Harry, Michelle Obama: le accuse di razzismo non mi sorprendono

'Spero nel perdono, non c'è niente di più importante della famiglia'

Le parole sul razzismo di Meghan Markle non sono una "completa sorpresa". Lo afferma l'ex first lady americana Michelle Obama in un'intervista a Nbc rispondendo a una domanda sull'intervista shock della duchessa di Sussex con Oprah Winfrey. "Come ho già detto la razza non è qualcosa di nuovo e per questo non è stata una completa sorpresa ascoltare i suoi sentimenti e i suoi pensieri" al riguardo, spiega Michelle Obama. Meghan Markle e il principe Harry nel corso dell'intervista hanno mosso l'accusa di razzismo contro un membro non meglio identificato della famiglia reale. "Per loro mi auguro che tutto si risolva con il perdono e la ricomposizione e che possano usare questa esperienza come momento di insegnamento", aggiunge Michelle Obama.

"Prego che tutto si risolva, non c'è niente di più importante della famiglia". Lo ha detto l'ex first Lady Michelle Obama al programma Access Hollywood a proposito dell'intervista di Meghan Markle e del principe Harry a Oprah Winfrey. "Quando penso a quello che stanno passando e penso all'importanza della famiglia, prego che si arrivi al perdono e che ci sia chiarezza e amore e tutto si risolva a un certo punto. Perche' non c'è niente di più importante della famiglia", ha detto Michelle.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie