• Covid: Qantas, 'mistery flights' per rilanciare turismo

Covid: Qantas, 'mistery flights' per rilanciare turismo

Inventati in anni '90, durano un giorno e non si sa la meta

   La compagnia di bandiera australiana Qantas ha rilanciato i "mistery flights', i "voli misteriosi" nel tentativo di rilanciare il turismo interno devastato, come quello internazionale, dalla pandemia di coronavirus. Lo riporta la Bbc. Si tratta di voli andata e ritorno, di cui il passeggero non conosce la destinazione, che la compagnia propose per la prima volta negli anni 90 e che tornano quanto mai attuali oggi soprattutto alla luce del fatto che l'Australia ha deciso di chiudere i confini almeno fino al 17 giugno.
    Secondo l'Association of Asia Pacific Airlines (AAPA), i vettori dell'area stanno affrontando un forte calo dei passeggeri. A gennaio il numero di viaggiatori era del 4%, mentre l'anno scorso sono stati 33,5 milioni i passeggeri che hanno volato nella regione.
    I 'voli misteriosi' saranno effettuati da uno dei tre aerei Qantas Boeing 737 da Brisbane, Melbourne o Sydney con tariffe economiche a partire da 737 dollari australiani, circa 577 dollari. Il pacchetto di un giorno comprende diverse attività, dalla degustazione di vini ai pranzi gourmet, allo snorkeling sulle isole tropicali.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie