Perquisito l'appartamento di Navalny a Mosca

'Inchiesta per violazione delle norme sanitarie'

Dei presunti agenti si sono presentati nell'appartamento a Mosca del principale oppositore di Putin, Alexei Navalny, per effettuare una perquisizione: lo riporta la tv Dozhd citando il direttore del Fondo Anticorruzione di Navalny, Ivan Zhdanov. Putin, intanto, "ha fornito" al presidente Usa Joe Biden "i necessari chiarimenti" sul caso dell'oppositore Navalny, un avvelenamento per il quale si sospetta l'intelligence russa. "Per quanto riguarda questo argomento, sì, è stato toccato dal presidente Usa. Sono stati forniti i necessari chiarimenti dal presidente Putin", ha detto il portavoce Peskov. 

Le perquisizioni nell'appartamento di Alexei Navalny e di sua moglie Yulia a Mosca sono state avviate nell'ambito di una inchiesta aperta per un'accusa di violazione delle norme sanitarie-epidemiologiche, ha precisato Zhdanov. "Anche l'appartamento di Yulia Navalnaya sulla Avtozavodskaya è stato perquisito".

La Russia considera la dichiarazione del G7 sulla vicenda che riguarda Alexey Navalny come "una grossolana interferenza" nei suoi "affari interni" nonché una mossa "apertamente ostile". Lo afferma il ministero degli Esteri russo sul suo sito. "Tuttavia non c'è nulla di fondamentalmente nuovo nel documento, le stesse valutazioni come nelle precedenti dichiarazioni annunciate dai rappresentanti dei Paesi occidentali", si sottolinea.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie