• Francia: Macron a vittime incesto, 'non sarete più soli'

Francia: Macron a vittime incesto, 'non sarete più soli'

Cambio legge per punire colpevoli.Media evocano amicizia Duhamel

(ANSA) - PARIGI, 23 GEN - "Ci siamo. Siamo al vostro ascolto.
    Vi crediamo. E non sarete mai più soli": queste le parole di Emmanuel Macron per i minorenni vittime di incesto, la cui sorte è tornata in primo piano negli ultimi tempi dopo la testimonianza shock di Camille Kouchner nel suo libro "La grande familia".
    Il presidente della Repubblica ha voluto partecipare alla mobilitazione e alla "liberazione della parole" su uno dei temi rimasti più tabù nella società, annunciando - con un video su Twitter - che la Francia dovrà "modificare il proprio diritto" per arrivare a "punire tutti i responsabili".
    "La vergogna, ormai, è dall'altra parte", ha detto Macron, promettendo: "non lasceremo più respiro agli aggressori. Vite spezzate nel santuario di una camera da bambino. Infanzie rubate durante le vacanze in famiglia, o momenti che avrebbero dovuto essere innocenti e hanno portato al peggio". Il "diritto" deve cambiare in Francia affinché queste azioni, che spesso vengono alla ribalta anni dopo essere stati commessi, "non restino più impunite", ha promesso Macron, anticipando di voler chiedere al ministro della Giustizia, Eric Dupond-Moretti, di "avviare consultazioni per avere presto delle proposte".
    Il presidente ha annunciato anche "due appuntamenti per un esame della situazione e per la prevenzione delle violenze sessuali sui bambini, una alle elementari, l'altra alle medie".
    Nel suo libro, Camille Kouchner - figlia dell'ex ministro Bernard Kouchner - fa emergere la vicenda del fratello gemello che, negli anni Ottanta, subì violenze sessuali dal patrigno, il noto politologo Olivier Duhamel, secondo marito della ex moglie di Kouchner.
    In Francia alcuni media hanno ricordato negli ultimi giorni i rapporti di amicizia e vicinanza della coppia presidenziale, Emmanuel e Brigitte Macron, con Olivier Duhamel, già professore del futuro capo dello stato a 'Sciences Po' a Parigi nonché suo consigliere in campagna elettorale.
    Quando, il 23 aprile 2017, la sera del primo turno delle presidenziali, Macron invitò il primo cerchio dei suoi sostenitori nella celebre brasserie "La Rotonde", fra gli invitati c'era Duhamel. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie