Covid, oltre 2 milioni di morti nel mondo

Il bilancio dei casi in Europa ha raggiunto la soglia dei 30 milioni

Oltre due milioni di persone sono morte a livello globale a causa del coronavirus dall'inizio della pandemia: è quanto emerge dai conteggi della Johns Hopkins University, a fronte di un totale di oltre 93 milioni di casi.

La soglia di un milione di decessi era stata superata lo scorso 29 settembre. In poco più di tre mesi e mezzo, quindi, nel mondo sono decedute un milione di persone a causa del virus. Nello stesso periodo sono stati rilevati circa 60 milioni di nuovi casi.

Intanto, il bilancio dei casi in Europa ha raggiunto la soglia dei 30 milioni, secondo il conteggio dell'agenzia France Presse. Il conteggio della Afp si basa sui dati ufficiali forniti dalle autorità sanitarie di 52 Paesi (a est arriva a includere l'Azerbaigian e la Russia), e conferma l'Europa come la zona più colpita al mondo dal coronavirus, davanti a Usa/Canada (23.994.507 casi) e America Latina/Caraibi (16.989.628 casi).
    Lo scorso 17 dicembre l'Europa è stata la prima regione mondiale a superare il mezzo milione di morti. Al suo interno i Paesi più colpiti sono la Russia (3.520.531 casi, 64.495 morti) e il Regno Unito (3.260.258 casi, 86.015 morti). L'Italia, secondo questo conteggio, è al quinto posto, con 2.336.279 casi e 80.848 decessi.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie