Legale, altri 45 giorni di carcere per Zaki

Prolungata la custodia cautelare per lo studente egiziano

E' stata rinnovata di altri 45 giorni la custodia cautelare in carcere al Cairo di Patrick Zaki, lo studente egiziano dell'Università di Bologna sotto accusa per propaganda sovversiva: lo ha riferito una sua legale, Hoda Nasrallah, annunciando l'esito di un'udienza svoltasi ieri nella capitale egiziana. "Rinnovo di 45 giorni", si è limitata ad annunciare l'avvocatessa in un messaggio all'ANSA. (ANSA).
   

Nasrallah non ha saputo precisare la data precisa della prossima udienza che - calcolando 45 giorni da ieri - comunque dovrebbe cadere intorno a Capodanno e a ridosso del Natale che i copti (i cristiani d'Egitto come Patrick e la sua famiglia) festeggiano il 7 gennaio. L'udienza per Zaki, in carcere già da oltre nove mesi, si era svolta davanti a una Corte d'assise del Cairo ed era era stata annunciata il 7 novembre, al momento del rinvio di una convocazione slittata per motivi di sicurezza legati a una tornata elettorale. Amnesty International l'altro ieri si era detta pessimista per l'esito dell'udienza di ieri visti i recenti arresti di tre dirigenti dell'ong egiziana per la difesa dei diritti umani "Eipr" per la quale Patrick era ricercatore in studi di genere. Lo studente dell'Alma Mater bolognese era stato arrestato in circostanze controverse il 7 febbraio e, secondo Amnesty rischia, fino a 25 anni di carcere. In Egitto la custodia cautelare può durare anche due anni.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie