Clima: Suga, Giappone a emissioni zero entro il 2050

Dedicato all'ambiente primo discorso politico del nuovo premier

Il Giappone, terza economia mondiale, diventerà un Paese 'carbon neutral', cioè a emissioni zero, entro il 2050. E' questo l'obiettivo indicato dal primo ministro Yoshihide Suga nel suo primo discorso politico dal suo insediamento, che rafforza in misura significativa gli impegni del Paese sui cambiamenti climatici.
    Suga, nel suo discorso, ha posto l'ambiente in primo piano, proprio mentre altre importanti economie accumulano ritardi rispetto alle loro promesse sul clima. "Porteremo la quantità totale di gas a effetto serra (emessi dal Giappone) a zero netto entro il 2050", ha detto Suga al Parlamento, affermando, tra gli applausi, di mirare "a realizzare una società decarbonizzata".
    Tokyo aveva in precedenza fissato un obiettivo per le emissioni zero genericamente indicato per la seconda metà del secolo. La nuova scadenza è stata elogiata da attivisti ed esperti e pone il Giappone in linea con gli obiettivi di Europa e Gran Bretagna e un decennio avanti rispetto alla Cina, che il mese scorso ha fissato l'obiettivo al 2060.
    Suga non ha fornito dettagli precisi su come il Giappone, un Paese ancora fortemente dipendente dal carbone, rispetterà la scadenza, ma ha detto che "sarà essenziale il ruolo della tecnologia e dell'innovazione", citando esempi quali le batterie solari di nuova generazione. 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie