• Covid: in Usa record giornaliero di casi, oltre 80mila

Covid: in Usa record giornaliero di casi, oltre 80mila

Il picco precedente era stato registrato il 16 luglio. La Germania supera 10mila morti da inizio pandemia

Gli Stati Uniti registrano il loro nuovo record giornaliero di contagi da covid-19 con 80mila nuovi casi, il numero più alto dall'inizio della pandemia. L'ultimo conteggio è delle scorse ore, con almeno 80.005 nuove infezioni in 24 ore stando ai numeri forniti dalla Johns Hopkins University, riferisce la Cnn. Il record precedente era stato di 77.362 nuovi casi registrati in un giorno, lo scorso 16 luglio. 

La Germania ha superato la soglia dei 10mila morti per Covid-19 dall'inizio della pandemia. In tutto, riporta il Robert Koch Institute, si contano di 10.003 decessi e 403.291 infezioni in tutto il Paese.

 La Russia ha registrato 16.521 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore. Lo riporta il centro federale per la lotta al Covid-19. I numeri totali salgono così a 1.497.167. I morti sono stati invece 296 (25.821 in tutto). Lo riportano le agenzie russe.

Il presidente polacco Andrzej Duda è risultato positivo al Covid-19. Lo ha reso noto il suo portavoce. Duda, 48 anni, ha visitato ieri a Varsavia l'ospedale da campo in costruzione nello Stadio Nazionale che dovrebbe offrire 500 letti ai malati covid.

Nuovo record di contagi in 24 ore in Francia, con 45.422 positivi da ieri, secondo Santé Publique France, secondo cui il tasso di positività ha toccato oggi il 16%. Diminuito il numero dei decessi in un giorno, 138 contro i 184 di ieri, e rallentamento dei nuovi ricoverati in rianimazione, che sono stati oggi 233 contro i 300 di ieri. In rianimazione e terapie intensive, ci sono attualmente un totale di 2.491 malati di Covid.

Il Lussemburgo ha deciso di stabilire un coprifuoco notturno tra le 23 e le 6 del mattino e di limitare i raduni a un massimo di quattro persone a seguito dell'aumento dei contagi da coronavirus. Lo ha annunciato il premier Xavier Bettel su Twitter. "La situazione è peggiorata negli ultimi giorni e dobbiamo evitare che diventi più drammatica", ha spiegato il primo ministro ricordando di indossare le mascherine. Il coprifuoco, scrivono i media locali, dovrebbe durare un mese.

In Olanda più di 10.000 persone sono state diagnosticate positive lo stesso giorno per la prima volta dall'inizio della pandemia di coronavirus. Lo ha reso noto l'istituto sanitario nazionale Rivm. Il record precedente, stabilito ieri, era di 9.283 nuovi casi di Covid-19 in 24 ore. Negli ultimi sette giorni sono stati segnalati più di 60.000 contagi, portando a più di 270.000 i casi confermati nei Paesi Bassi dall'inizio della pandemia. Da giovedì sono stati segnalati anche altri quarantasette decessi.

Nuovo record di contagi in Francia, dove la situazione della pandemia non sembra rallentare: 42.032 da ieri secondo il sito del governo, contro i 41.622 registrati giovedì. I tamponi sono, in media quotidiana, 232.000. I morti sono stati, da ieri, 184. A questa cifra, relativa agli ospedali, si deve aggiungere quella delle vittime degli ultimi 4 giorni nelle case di cura e negli istituti per disabili, che sono state 114. Il totale dal 1 marzo sale a 34.508. In aumento le rianimazioni, dove  ci sono quasi 300 pazienti in più rispetto a ieri, per un totale di 2.441 letti occupati da ammalati Covid.

L'emisfero nord si trova in un "momento critico" della pandemia da Covid-19: lo ha detto il direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus. "I prossimi mesi saranno molto duri e molti Paesi sono su una strada pericolosa", ha aggiunto durante il consueto briefing, spiegando che l'aumento dei casi registrati sta già portando ad "ospedali e unità di terapia intensiva che operano quasi al limite o oltre la loro capacità, e siamo ancora a ottobre".

La Spagna si avvia verso un nuovo stato di allarme. L'esecutivo di Pedro Sánchez, secondo quanto riportano in grande evidenza i principali quotidiani spagnoli, ha intenzione di farlo in un Consiglio dei ministri straordinario che potrebbe essere convocato già domani. La richiesta di decretare lo stato di allarme - che consentirebbe di varare misure a livello nazionale come un coprifuoco notturno in tutto il Paese - è arrivata da numerose comunità autonome ed è stata sostenuta dal ministro della Salute, Salvador Illa.

Nuova stretta a Bruxelles sulle misure di contenimento del coronavirus. Come già deciso in Vallonia il coprifuoco si applicherà anche a Bruxelles a partire dalle 22 fino alle 6 del mattino. Lo hanno annunciato diversi borgomastri uscendo dalla riunione dell'unità di crisi, stando a quanto scrive l'agenzia di stampa Belga. Inoltre indossare una mascherina diventa di nuovo obbligatorio ovunque, mentre le sale di spettacolo, i teatri e i cinema, come i palazzetti dello sport saranno inaccessibili al pubblico. Le nuove regole saranno valide a partire da lunedì 26 ottobre fino al 19 novembre.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie