• Coronavirus: anche la Scozia ora chiude pub, bar e ristoranti

Coronavirus: anche la Scozia ora chiude pub, bar e ristoranti

Dopo Berlino, Parigi e Bruxelles. Record contagi in Germania

I casi di coronavirus negli Stati Uniti hanno superato quota 7,5 milioni: lo riporta la Johns Hopkinks University, secondo cui il Paese conta 7.500.964 contagi, inclusi 210.886 decessi. 

Fauci, focolaio Casa Bianca si poteva prevenire - Il focolaio di coronavirus alla Casa Bianca avrebbe potuto essere evitato ed è la prova che la pandemia non è una bufala: lo ha detto ieri l'immunologo membro della task force dell'amministrazione Usa contro il Covid-19, Anthony Fauci, secondo quanto riporta la Cnn. "Date un'occhiata a quello che è successo questa settimana alla Casa Bianca. Questa è una realtà. E ogni giorno che passa spuntano sempre più persone infette", ha osservato Fauci parlando agli studenti dell'American University: "Non è una bufala. È una situazione spiacevole quando vediamo cose del genere, perché avrebbe potuto essere evitata". Rispondendo alla domanda di uno studente che gli chiedeva cosa dire ai parenti e agli amici che non credono alla pandemia, Fauci ha aggiunto: "In questo momento abbiamo 210.000 persone che sono morte e 7,3 milioni di persone che sono state infettate. A livello globale, ci sono oltre un milione di persone che sono morte. Questa non è una bufala". E poi: "Non si può dire che le persone in tutto il mondo e gli alleati americani stiano mentendo e definendola una bufala: È la realtà". 

E i caffè e i bar di Bruxelles chiudono per un mese: lo ha deciso la nuova stretta varata dal consiglio di sicurezza della città a causa della nuova impennata dei casi di Coronavirus. I ristoranti resteranno invece aperti.

Pub, bar, ristoranti e caffè in tutta la Scozia centrale, tra cui Glasgow ed Edimburgo, saranno costretti a chiudere per due settimane a partire da venerdì. Lo ha annunciato il primo ministro Nicola Sturgeon, secondo quanto riferisce la Bbc. "Niente di tutto questo è facile", ha sottolineato, aggiungendo di essere consapevole che con ogni decisione "sono in gioco vite e lavoro". Ma con l'aumento dei contagi da coronavirus "dobbiamo fare di più - ha sottolineato - e dobbiamo farlo ora".

Il numero delle nuove infezioni in Germania ha stabilito un nuovo record da aprile: sono 2898 in 24 ore, come rende noto il Robert Koch Institut. E' il numero più alto dal picco di venerdì scorso, quando se ne erano registrate 2673, contando che nel fine settimana molti uffici sanitari locali non trasmettono i dati che registrano quindi una periodica flessione. Cresce il numero di pazienti in terapia intensiva (449), circa 100 in più rispetto alla settimana scorsa, e altrettanto aumentano i pazienti attaccati al respiratore (219). Ma i posti liberi in terapia intensiva sono ancora circa 8900, riferisce il Tagesschau. Dall'inizio della pandemia gli infettati sono oltre 306.000, mentre sono 267.700 i guariti e 9562 i morti. In 24 ore i decessi sono stati 16.

Contagi in leggero calo rispetto ma comune altissimi nel Regno Unito, dove altre 14.162 persone sono risultate positive al coronavirus, per un totale di 544,275 casi dall'inizio della pandemia. Lo ha reso noto il governo, secondo quanto riferisce la Bbc. Martedì erano stati registrati 14.542 nuovi contagi. Sono 70 i morti, dato che porta il totale a 42.515.

"L'epidemia continua a crescere. In alcuni territori siamo riusciti a frenare le cose, ma il virus circola piu veloce. E nei luoghi dove circola troppo veloce, in particolare, tra le persone adulte e dove ci sono troppi posti letto occupati negli ospedali, allora dovremo andare verso maggiori restrizioni: il presidente francese, Emmanuel Macron, intervistato in diretta in tv, ha commentato cosi' le ultime cifre record sul coronavirus in Francia, con 18.746 casi in 24 ore. "Non siamo e non saremo in un tempo normale" nei prossimimesi, ha proseguito Macron, insistendo, tra l'altro, sulla necessità di "responsabilizzare i cittadini.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie