Centinaia di bambini contagiati in un campo estivo

E' accaduto in Georgia, tra i 260 positivi anche membri staff

Centinaia di bambini con un'eta' media di 12 anni sono stati contagiati dal coronavirus durante le vacanze in un campo estivo della Georgia. Positivi anche diversi membri dello staff. Lo rivela un rapporto dei Cdc, la massima autorita' sanitaria federale negli Usa, secondo cui sono almeno 260 i casi di Covid-19 accertati dopo i test condotti su 344 individui che hanno soggiornato nel centro lo scorso mese. La notizia piomba nel momento in cui negli Usa e' polemica sulle eventuale riapertura delle scuole fortemente voluta da Donald Trump.

"L'America è nel mezzo di una catastrofe sanitaria": così James Clyburn, il presidente della commissione speciale del Congresso che indaga sulla risposta alla pandemia dell'amministrazione Trump, ha aperto l'audizione in cui saranno ascoltati tutti i massimi esperti, dal virologo Anthony Fauci al direttore dei Cdc (Centri di controllo e prevenzione delle malattie) Robert Redfield. "Per migliorare la nostra risposta - ha aggiunto - dobbiamo identificare e correggere gli errori del passato, specie quelli in corso".

I nuovi casi di coronavirus negli Stati Uniti nelle ultime 24 ore sono stati 72.238. I morti 1.379, in quello che e' il terzo giorno consecutivo in cui i decessi superano quota 1.200. E' quanto emerge dai dati della Johns Hopkins University, secondo la quale i contagi complessivi nel paese sono quasi 4,5 milioni.

Balzo in avanti dei nuovi casi di coronavirus in Spagna: 1.525 contagi nelle ultime 24 ore. Lo riporta El Pais citando fonti del ministero della Sanità. Le comunità più colpite sono quelle di Madrid e dell'Aragona rispettivamente con 372 e 511 nuovi malati.

La Grecia ha annunciato oggi un'altra proroga del controverso lockdown per contrastare il Covid-19 nei suoi sovraffollati campi di migranti, mentre le infezioni nel paese aumentano. Il blocco nei campi, introdotto a marzo, sarà ora esteso fino al 31 agosto "per prevenire l'emergere e la diffusione dei casi di coronavirus", ha affermato il ministero delle migrazioni in una nota. La Grecia, con 203 morti per coronavirus, finora non è stata colpita così gravemente come molti altri paesi europei, e non ci sono state morti nei campi di migranti. Tuttavia, la presenza di oltre 26.000 richiedenti asilo nelle cinque isole del Mar Egeo - in campi con una capacità inferiore a 6.100 - ha causato un forte attrito con le comunità locali. La riapertura degli aeroporti e delle frontiere greche al turismo, accompagnata dalla rimozione delle restrizioni per la popolazione, ha portato ad un aumento dei casi. Dal primo luglio ci sono state oltre 340 infezioni confermate tra quasi 1,3 milioni di viaggiatori in arrivo, ha detto l'agenzia di protezione civile martedì.

Il Brasile ha superato i 2,6 milioni di casi di coronavirus, mentre la corsa alla produzione del vaccino continua nello stato di San Paolo. Secondo l'ultimo bilancio giornaliero riferito ieri dal ministero della Salute, il gigante latinoamericano ha registrato 57.837 infetti in 24 ore portando il totale a 2.613.634 casi. Nel bilancio quotidiano sono state registrate 1.129 nuove vittime, per un totale di 91.263 morti dall'inizio della pandemia nel Paese. Lo stato di San Paolo, epicentro della pandemia con oltre 529.000 contagi, ha annunciato l'intenzione di produrre 120 milioni di dosi del vaccino cinese CoronaVac, mentre sono in corso studi e test con il vaccino dell'Università di Oxford, nel quadro di un accordo firmato dal governo del presidente Jair Bolsonaro.

In Gran Bretagna slitta di almeno due settimane l'allentamento delle restrizioni, a causa di una recrudescenza del coronavirus. Lo ha annunciato il premier Boris Johnson. I locali che avrebbero dovuto aprire domani non lo faranno prima del 15 agosto, come i bowling, i casinò e le piste di pattinaggio, secondo quanto riporta la Bbc. "Con l'aumento dei numeri, riteniamo che sia necessario premere il pedale del freno per tenere sotto controllo il virus", ha spiegato Johnson. Stamane erano scattate nuove restrizioni nel nord dell'Inghilterra.

E dalla mezzanotte scorsa è scattato un brusco giro di vite per i movimenti di oltre 4 milioni di persone nel nord dell'Inghilterra, a seguito di un forte ritorno dell'epidemia di coronavirus. Tra le altre cose, alle persone di gruppi familiari diversi è proibito incontrarsi al chiuso nella Greater Manchester e in parti del Lancashire orientale e del West Yorkshire. Un nucleo familiare potrà andare al pub, ma senza mescolarsi con altre persone. Le autorità locali e la polizia avranno potere di far applicare le restrizioni. Le nuove regole arrivano quasi quattro settimane dopo che le restrizioni erano state allentate in tutta l'Inghilterra, consentendo alle persone di incontrarsi al chiuso per la prima volta dalla fine di marzo.

Nuovo picco di contagi da coronavirus a Malta. Dopo mesi di relativa tranquillità, con la riapertura delle frontiere ed il via libera agli eventi di massa, le infezioni si sono moltiplicate a causa di focolai che si sono accesi prima per un party privato nel fine settimana scorso, poi per una festa patronale. Il ministero della Salute ha quindi disposto restrizioni per gli eventi pubblici. Nelle ultime 24 ore sono state registrate 10 nuove positività, che portano a 150 il numero dei casi attivi, di cui 85 tra i 94 migranti salvati dalle forze armate maltesi a inizio settimana e posti in isolamento nei centri di accoglienza. Nella prima fase della pandemia i casi di Covid erano stati complessivamente appena 674.

E' ancora record in Bosnia- Erzegovina per il numero giornaliero di positività al coronavirus: sono stati infatti 434 i contagi confermati nelle ultime 24 ore, con altri 11 decessi, mentre sono guarite 490 persone. Il totale dei casi è salito a 11.784, quello delle vittime a 339. A Sarajevo è emerso un gran numero di cluster familiari e le autorità sanitarie ancora una volta hanno invitato al rispetto delle misure di prevenzione per contrastare e mettere sotto controllo l'infezione per i casi sospetti o confermati infetti di coronavirus che presentano sintomi lievi e che non necessitano il ricovero in ospedale ma solo l'autoisolamento a casa.

Il Messico ha superato il Regno Unito ed è diventato da ieri sera il terzo paese al mondo in termini di decessi correlati al coronavirus oltrepassando quota 46.000 morti, dietro a Stati Uniti e Brasile, secondo l'Afp, in base ai dati ufficiali.

Nuovo record di contagi giornalieri per la Libia che registra nelle ultime 24 ore altri 216 nuovi casi di coronavirus, che portano a 3.438 il totale dei casi confermati nel Paese. Lo ha reso noto il Centro nazionale libico per il controllo delle malattie sulla propria pagina ufficiale Facebook, precisando che i morti salgono a 73, i guariti a 604, e le persone attualmente positive da da 2550 a 2761, con la maggior parte dei casi al Sud. Il governo di Tripoli ha annunciato la proroga del coprifuoco con 5 giorni di lockdown totale da oggi fino a mercoledì prossimo, con divieto di circolazione e di grandi assembramenti in spiagge o giardini e il lockdown parziale dalle 21 alle 6 del mattino per i 5 giorni seguenti. Oggi si celebra l'Aid Al Adha, festa islamica del Sacrifico.

Il Vietnam ha registrato 45 nuovi casi di coronavirus, il peggior incremento in 24 ore dall'inizio dell'epidemia nel Paese, lo scorso gennaio. Tutti i nuovi contagi sono stati rilevati nella località turistica di Da Nang, colpita da un focolaio la scorsa settimana. Dopo quasi 100 giorni senza contagi, il Vietnam ha visto il ritorno del Covid lo scorso 25 luglio, ricorda la Cnn. 

Il presidente filippino Rodrigo Duterte ha esteso le misure restrittive per il coronavirus alla capitale Manila, limitando i movimenti degli anziani e dei bambini, chiudendo i ristoranti e le palestre fino a metà agosto e limitando le attività economiche. "La mia richiesta è di resistere ancora un po'. Molti sono stati infettati", ha detto Duterte in un discorso televisivo, in cui ha promesso vaccini gratuiti quando saranno disponibili, con priorità a poveri, poi alla classe media, alla polizia e al personale militare. Le Filippine avranno la precedenza dalla Cina nella distribuzione dei vaccini, ha assicurato. 
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie