• Coronavirus, nuovo affondo di Trump: "L'incompetenza della Cina ha provocato una strage mondiale"

Coronavirus, nuovo affondo di Trump: "L'incompetenza della Cina ha provocato una strage mondiale"

Il presidente Usa: 'Il primato nei casi un onore'. In Brasile 1.179 morti in un giorno. A Cambridge lezioni online fino al 2021. In Svezia il più alto tasso di mortalità pro capite nel mondo. Arrestato il ministro della Sanità boliviano

NEL MONDO sono 321.593 i morti per coronavirus. La maggior parte negli Stati Uniti: 91.872, 1.500 nelle ultime 24 ore. Seguono Gran Bretagna (35.422) e Italia (32.169). In Brasile 1.179 morti in un giorno portano il totale dell'America Latina a quota 31.900. Il Perù sfiora i 100.000 contagiati. L'Oms: 'Nelle ultime 24 ore sono stati riportati 106 mila nuovi casi di coronavirus, il numero più alto in un giorno da quando è iniziata la pandemia. Quasi due terzi di questi sono stati registrati in solo quattro Paesi', ha detto il direttore dell'Organizzazione, Tedros Adhanom Ghebreyesus nel consueto briefing sul Covid-19 ribadendo che 'la strada è ancora lunga'.

STATI UNITI - Il fatto che gli Usa abbiano il più alto numero di casi di coronavirus nel mondo "lo considero, in un certo senso, una buona cosa perché significa che i nostri test sono molto meglio. Quindi lo vedo come un distintivo d'onore". Lo ha detto il presidente Donald Trump. Secondo il tycoon, aver registrato un così alto numero di contagi "è un grande tributo ai test e a tutto il lavoro svolto da molti professionisti". Per il Centers for Disease Control, gli Usa hanno condotto fino a martedì 12,6 milioni di test di coronavirus. Stando ai dati della Johns Hopkins University, in tutto il paese si contano oltre 1 milione e mezzo di casi di Covid. Trump torna poi ad accusare Pechino per la nascita della pandemia da coronavirus: "L'incompetenza della Cina ha provocato una strage mondiale", è il nuovo attacco su Twitter. Trump ha poi definito Nancy Pelosi una "donna malata, con problemi mentali", dopo che la speaker della Camera lo aveva criticato per il suo utilizzo dell'idrossiclorochina per prevenire il coronavirus. "Non le rispondo, credo sia una perdita di tempo", ha detto Trump,

BRASILE - Record di vittime per Covid-19 in un giorno: nelle ultime 24 ore si registrano 1.179 morti, che portano la cifra totale a 17.971. Lo rivela il ministero della Salute. I nuovi contagi sono 17.408, per un totale di 271.628.

SVEZIA - Ha superato la Gran Bretagna, l'Italia e il Belgio per ciò che riguarda il più alto tasso di mortalità pro capite per coronavirus nel mondo. Lo riferisce il Daily Telegraph online citando i dati raccolti dal sito web Our World in Data, secondo cui la Svezia ha avuto 6,08 decessi per milione di abitanti al giorno su una media mobile di sette giorni tra il 13 maggio e il 20 maggio. Questo, secondo la stessa fonte, è il più alto del mondo, al di sopra del Regno Unito, del Belgio e degli Stati Uniti, che hanno rispettivamente 5,57, 4,28 e 4,11. La Svezia non ha introdotto il lockdown, ha tenuto aperte le scuole, i bar e ristoranti e le aziende, esortando la popolazione a rispettare il distanziamento sociale.

CUBA - Da una settimana il Paese non registra vittime per il coronavirus, mentre si mantengono basse le cifre dei nuovi contagi, con 13 malati registrati in 24 ore, secondo l’ultimo bilancio fornito dalle autorità. In totale, sono 1.900 i casi finora confermati nel Paese, di cui 79 morti. Per il presidente Miguel Díaz-Canel "gradualmente dovrà tornare la normalità" sull’isola. "Non sarà normale come prima, perché ci sono cose che dobbiamo mantenere come regole di vita", ha aggiunto.

BOLIVIA - Il ministro della Sanità Marcelo Navajas, sospettato di corruzione nell'acquisto di 179 respiratori per malati di coronavirus dalla Spagna, è stato arrestato, ha reso noto oggi il capo della polizia. 

REGNO UNITO - L'Università di Cambridge si 'sposterà' sul cyberspazio dal prossimo settembre. Il prestigioso ateneo britannico, riporta Sky News, terrà tutte le sue lezioni online nell'anno accademico 2020/2021. L'annuncio segue una simile iniziativa da parte dell'Università di Manchester. "Dato che è probabile che il distanziamento sociale sarà ancora necessario, l'università ha deciso che non ci saranno lezioni faccia-a-faccia durante il prossimo anno accademico", ha annunciato Cambridge. Da giugno Regno Unito avrà a disposizione una prima rete di tracciamento nazionale digitale dei contagi sospetti da coronavirus. Lo ha annunciato alla Camera dei Comuni il premier Tory Boris Johnson, precisando che il governo ha reclutato 24.000 addetti, definiti "segugi" e destinati a diventare 25.000 nei prossimi 10 giorni, che saranno "in grado di tracciare i contatti di 10.000 nuovi casi al giorno" per contribuire a frenare la diffusione, a rendere possibile la Fase 2 dell'emergenza.

SPAGNA - L'uso delle mascherine sarà obbligatorio da domani a partire dall'età di sei anni sia in strada, sia nei luoghi pubblici come i negozi quando non è possibile rispettare la distanza di sicurezza di almeno due metri: è quanto emerge da un decreto pubblicato oggi dal governo. Saranno esentate dall'uso della mascherina le persone che soffrono di difficoltà respiratorie o quelle che possono giustificare altre cause di "necessità o di forza maggiore". Il testo non specifica le eventuali sanzioni che verrebbero applicate per il mancato rispetto del decreto. Nel Paese è già in vigore dal 4 maggio l'uso delle mascherine sui mezzi pubblici. Il governo ha abrogato il divieto d'ingresso nel Paese, imposto oltre due mesi fa, per gli aerei e le navi passeggeri - ad eccezione di quelle da crociera - provenienti dall'Italia. Rimane tuttavia in vigore, per tutti gli stranieri in arrivo nel Paese, l'obbligo di quarantena di 14 giorni.

GRECIA - Riaprirà le sue frontiere al turismo il 15 giugno. Lo ha annunciato il premier Kiryakos Mitsotakis intervenendo ad un vertice quadrilaterale con Serbia, Bulgaria e Romania per fare il punto sulle prospettive di ripresa della regione dopo la pandemia di coronavirus. Mitsotakis, inoltre, si è detto d'accordo per la riapertura dei confini il primo giugno per i viaggi d'affari, i lavoratori stagionali e i componenti familiari residenti in altri Paesi.

THAILANDIA - Niente scene d'amore. Ma nemmeno risse e simili sui set thailandesi. Pur con un parziale allentamento del lockdown fra le misure per contrastare la diffusione del coronavirus nel Paese ci sono anche quelle che riguardano l'industria cinematografica e in particolare il divieto di girare scene che prevedono contatti o distanze ravvicinate fra gli attori.

SUDAFRICA -  Oltre un milione di persone potrebbero essere contagiate dal coronavirus e almeno 40.000 potrebbero morire a causa della malattia entro novembre: è quanto emerge da una proiezione del consorzio Modelling and Simulation Hub Africa (MASHA), formato da esperti dell'Università di Cape Town e del Dipartimento della Salute. Nello scenario più ottimistico la proiezione stima i decessi causati dal virus in poco più di 40.000 entro novembre, mese in cui è atteso il picco nel Paese: nello scenario più pessimistico invece, le vittime sarebbero 45.000-48.000. Secondo i dati dell'Università Johns Hopkins il Sudafrica ha registrato finora 17.200 casi di contagio, incluse 312 vittime.

E sono oltre 90.000 le persone positive al coronavirus in AFRICA di cui 2.885 morti, secondo gli ultimi dati dell'ufficio regionale dell'Oms. I guariti dal Covid-19 sono, invece, circa 35.000. Il Paese più colpito dal virus in termini di contagi resta il Sudafrica, ma quello con più vittime è l'Algeria, 561 morti su 7.377 malati. Intanto oggi il segretario generale dell'Onu Antonio Guterres ha elogiato "le coraggiose misure di prevenzione" imposte dai governi africani per contenere la diffusione del virus. Non sono mancate tuttavia le critiche ad alcuni Stati accusati di violare i diritti civili e violenze da parte della polizia.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie