Coronavirus: Spagna, le regole della fase Due

Maschere obbligatorie su bus e apertura negozi su appuntamento

(ANSA) - ROMA, 4 MAG - In Spagna, come per l'Italia, oggi primo giorno di fase 2 delle restrizioni per combattere l'epidemia da coronavirus. El Pais riporta le regole precise, pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale dello Stato, a cui dovranno attenersi gli spagnoli a partire da oggi.
    Maschere per il viso obbligatorie per tutti gli utenti del trasporto in autobus, treno, aereo e via mare. Il governo distribuirà 14 milioni di mascherine in modo che la regola possa essere rispettata. Mascherina obbligatoria anche in auto qualora uno dei passeggeri non sia un convivente.
    Nel trasporto pubblico tutti gli occupanti devono viaggiare seduti e non più della metà dei posti disponibili può essere occupata. In ogni caso, negli autobus la fila dopo il posto occupato dal conducente sarà sempre mantenuta vuota. Nei mezzi di trasporto dove sono presenti piattaforme abilitate al trasporto di passeggeri in piedi, il riferimento sarà l'occupazione di metà dei posti seduti e un massimo di due viaggiatori in piedi al metro quadrato.
    Per quanto riguarda la riapertura dei negozi è permessa solo per quelli con una metratura inferiore ai 400 metri quadrati e gli acquirenti possono accedere solo su appuntamento, che deve essere organizzato via e-mail o telefono. Hanno la priorità le persone di età superiore ai 65 anni, che però possono accedere nei negozi solo negli orari a loro assegnati per le passeggiate: dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 19:00 alle 20:00. Non può esserci più di un cliente per dipendente. Inoltre devono essere rispettate speciali misure igieniche: in caso di vendita di indumenti o calzature, ogni capo, nonché i tester, devono essere disinfettati dopo ogni utilizzo. Una disinfezione dei locali sarà necessaria due volte al giorno, uno di questi, alla sua chiusura. E le divise dei dipendenti dovranno essere lavate quotidianamente con acqua oltre i 60 gradi. Se non è possibile rispettare una distanza di sicurezza di due metri, le maschere saranno obbligatorie. Tutte le aziende devono mettere a disposizione dei propri clienti gel idroalcolici.
    Alleggerimento delle restrizioni anche per i ristoranti che fino ad ora potevano consegnare cibo a domicilio. Da oggi si potrà andare a ritirare di persona quanto ordinato a condizione che siano soddisfatte tutte le condizioni di sicurezza: uno schermo protettivo e una distanza di almeno due metri. Gli ordini devono essere effettuati in anticipo per telefono o online per evitare la folla. Al via anche i lavori di ristrutturazione degli edifici ma sono in assenza dei residenti.
    Maggiori libertà anche per gli sportivi. Gli atleti professionisti potranno allenarsi da soli e all'aperto, per alcuni senza nessuna limitazione di tempo, per altri due volte al giorno in determinate fasce orarie. Gli atleti paralimpici potranno essere accompagnati da un allenatore e/o da un accompagnatore.(ANSA).
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie