Mondo
  • Israele, exit poll contrastanti: è testa a testa Netanyahu-Gantz

Israele, exit poll contrastanti: è testa a testa Netanyahu-Gantz

Per alcune Tv invece sarebbe avanti Gantz con il suo 'Blu-Bianco' sul Likud. Entrambi i leader si sono attributi la vittoria. A fare la differenza saranno le coalizioni.

 In Israele urne chiuse ed è già battaglia secondo i primi exit poll tra Netanyahu e Gantz. I sondaggi sono infatti contrastanti : Canale 13 vede un testa a testa tra il Likud di Netanyahu e Blu-Bianco dello sfidante Benny Gantz. L'altra tv commerciale Canale 12 assegna un vantaggio a Gantz di 4 seggi (37 a 33), mentre la tv pubblica dà un vantaggio a 'Blu-Bianco' di un solo seggio (37-36). Lo riferisce la tv commerciale Canale 13. 

Nei tre exit poll pubblicati alla chiusura dei seggi dalle tv, comunque Benny Gantz prende 36-37-37 seggi contro i 36-33-36 di Netanyahu. In compenso come coalizione quella di destra guidata da Netanyahu avrebbe in questi exit poll 64-60-64 seggi contro 56-60-56 della coalizione di Gantz. Le due liste di destra, quelle di Bennett e Feiglin, al momento attuale non avrebbero superato la soglia elettorale. L'altro dato è l'incertezza che regna per i piccoli partiti che erano in predicato di portare ossigeno alle rispettive coalizioni: molti sono a rischio soglia di sbarramento per entrare alla Knesset, il 3,25%. Ora si tratta di passare ai voti reali, con uno spoglio al cardiopalma che durerà tutta la notte. Anche oggi come nei precedenti giorni, in vista della battaglia all'ultimo voto, è stata forte la pressione - da tutte le parti - per spingere gli elettori alle urne per un'elezione considerata come la più importante degli ultimi anni ma anche la più difficile da prevedere. Non a caso Benny Gantz ha martellato per giorni il pubblico chiamando alla svolta nei confronti dell'attuale governo. 

Entrambi i contendenti cano vittoria. "Il blocco di destra guidato dal Likud ha ottenuto una chiara vittoria". Lo ha detto il premier Benyamin Netanyahu. "Ringrazio i cittadini di Israele - ha aggiunto - per la loro fiducia. Inizierò a formare un governo di destra con i nostri partner naturali stasera". Ma anche il leader del partito Blu-Bianco Benny Gantz ha dichiarato vittoria: "Abbiamo vinto. Il popolo di Israele si è pronunciato. In queste elezioni c'è un chiaro vincitore e un chiaro perdente" Lo riferisce Haaretz.

Bisognerà dunque attendere lo spoglio nella notte per vedere i voti attribuiti ai diversi partiti e quindi alle coalizioni.

Alle ore 20 locali, l'affluenza di voto è stata del 61,3 per cento degli aventi diritto. Lo riferiscono i media. Nelle politiche del 2015 a quell'ora la percentuale dei votanti era stata del 62,4.

    Oggi in Israele gli aventi diritto di voto sono 6,3 milioni di israeliani, il 16 per cento dei quali arabi. Si è vitato anche nell'esercito, nelle carceri e negli ospedali. Le urne sono state chiuse alle 22 locali. I risultati ufficiali saranno resi noto gradualmente, nel corso della nottata e domani.
    Negli ultimi sondaggi il premier e leader del Likud Benyamin Netanyahu ed il suo principale rivale Benny Gantz, leader del partito centrista 'Blu-Bianco', sono apparsi spalla a spalla.

"E' un'ora fatale in cui stabiliremo il futuro dello Stato dopo il decennio migliore che abbiamo avuto". Lo ha scritto su Facebook il premier Benyamin Netanyahu che, insieme alla moglie Sarah, ha da poco votato nella scuola 'Paula Ben-Gurion' a Gerusalemme. "Dobbiamo chiudere il divario con Lapid e Gantz. Solo un Likud grande impedirà un governo di sinistra", ha aggiunto il premier esortando i suoi elettori ad andare a votare.

"E' una giornata di speranza, di unità del popolo. Guardo i cittadini di Israele e dico loro: il cambiamento è possibile". Lo ha detto Benny Gantz, leader di 'Blu-Bianco' e maggiore sfidante del premier Benyamin Netanyahu, dopo aver votato questa mattina nella scuola di 'Nofim' a Rosh Hayin nel centro di Israele. "Mi metto a disposizione dello Stato di Israele: assieme prenderemo una nuova strada. Faccio appello a tutti, rispettiamo la democrazia e andiamo a votare".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie