Mondo

Haiti, scontri davanti casa di Moise

Almeno un morto nel terzo giorno di proteste contro corruzione

(ANSA) - PORT-AU-PRINCE, 10 FEB - Dei manifestanti ad Haiti hanno lanciato pietre contro la casa del presidente Jovenel Moise e si sono poi scontrati con la polizia. Almeno un manifestante è morto nel terzo giorno consecutivo di proteste contro la corruzione e la cattiva gestione dell'economia. Gli organizzatori hanno annunciato nuove proteste per oggi, aumentando la pressione nei confronti del presidente che afferma di voler negoziare con le opposizioni. Migliaia di persone sono scese in piazza a Port-au-Prince e un giornalista dell' Associated Press ha visto almeno una persona uccisa da un colpo di arma da fuoco, apparentemente vicino alla polizia.
    Manifestanti hanno bloccato la strada e preso a sassate la casa del presidente dopo che una delle sue guardie aveva colpito una donna e la sua auto nelle vicinanze. La protesta è scoppiata per la crisi economica e per una appropriazione indebita da un programma venezuelano multimiliardario attraverso il quale sarebbe giunto ad Haiti petrolio a prezzi stracciati.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie