Mondo

Jfk: primi file declassificati, da Urss a Cuba e Cia

 La Cnn sta pubblicando una selezione degli ultimi documenti declassificati da Donald Trump sull'assassinio di John Fitzgerald Kennedy. Eccone alcuni:

- REAZIONE URSS: COMPLOTTO ULTRADESTRA, JOHNSON RESPONSABILE - Secondo un memo del capo dell'Fbi, l'Unione Sovietica penso' ad una "cospirazione ben organizzata" da parte dell'ultradestra in Usa e temette che qualche generale americano irresponsabile potesse approfittarsene per lanciare un missile contro l'Urss. Il Kgb avrebbe avuto prove della responsabilita' dell'allora vice presidente Lyndon Baines Johnson. Per i dirigenti sovietici inoltre il presunto assassino, Lee Harvey Oswald, era un maniaco neurotico senza alcuna relazione con l'Urss.

    - 007 CUBANI CONOSCEVANO OSWALD, 'UN BUON TIRATORE' - Da un cable segreto emerge una conversazione tra due cubani, uno dei quali identificato come 007, sull'assassinio di Kennedy e uno di loro afferma che lo conosceva ed era un "buon tiratore".

    - PER JOHNSON JFK FU ASSASSINATO PER UCCISIONE PRESIDENTE VIETNAM - L'allora direttore della Cia Richard Helms nel 1975 sostenne che il presidente Johnson andava dicendo in giro che Kennedy era stato assassinato perche' aveva ucciso il presidente vietnamita Diem.

    - CIA TENTO' DI INGAGGIARE UN MAFIOSO PER UCCIDERE FIDEL - Un memorandum del 1975 dell'Fbi afferma che l'attorney general Robert Kennedy riferi' al Federal Bureau che la Cia aveva ingaggiato un intermediario per avvicinare un mafioso e offrirgli 150 mila dollari per trovare un killer che uccidesse Fidel Castro, anche avvelenandolo.

    - OSWALD PARLO' CON AGENTE KGB IN MESSICO CITY  - Successe due mesi prima dell'assassinio di Jfk, secondo una telefonata intercettata dalla Cia, nella quale Oswald telefono' all'ambasciata russa a Mexico City e parlo' in un russo stentato con un console identificato come ufficiale del Kgb.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie